17:47 23 Settembre 2018
Forze dell'ordine a Bruxelles

Bruxelles, Olanda contro Belgio: Vi avvertimmo sui fratelli kamikaze

© AFP 2018 / PHILIPPE HUGUEN
Mondo
URL abbreviato
202

Ancora accuse alle forze di sicurezza belghe. Amsterdam: girate a Bruxelles informazioni provenienti dagli Usa sui fratelli El Bakraoui. La smentita della polizia federale belga.

A pochi giorni dagli attentati del 22 marzo, precisamente il 16 marzo, la polizia olandese riceveva dal Fbi informazioni sui precedenti penali dei fratelli El Bakraoui ed il giorno successivo, il 17 marzo, provvedeva a farle pervenire alla polizia belga. E' quanto dichiarato ieri davanti al parlamento dell'Aja dal ministro olandese della Giustizia Ard van der Steur.

A poche ore di distanza la smentita da parte della polizia federale belga, che ha negato di avere ricevuto l'informazione sia dall'Olanda, sia dal Fbi.

E proprio uomini del Fbi sarebbero, secondo quanto riportato dal Wall Street Journal, pronti a collaborare con gli inquirenti anche a Bruxelles, dopo la notizia dell'invio di copie degli hard disc, rinvenuti su pc e smartphone dei sospettati, in Usa per analisi dettagliate.

Nel frattempo sono state promosse nuove misure antiterrorismo in tutto il Belgio. Le perquisizioni 24 ore su 24, differentemente da quanto previsto dalla precedente legge, sono state il primo passo. Ampliate anche le possibilità di effettuare ricerche, con particolare attenzione al traffico di armi e istituita una banca dati unica per il terrorismo.  

Correlati:

I contatti italiani degli attentatori di Bruxelles
Altri tre arresti a Bruxelles
Bruxelles: chi ha armato gli attentatori vive in Occidente
Tags:
FBI, Olanda, Belgio, Bruxelles
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik