05:56 19 Settembre 2020
Mondo
URL abbreviato
27424
Seguici su

La NATO ha confermato che i caccia dell’Alleanza lunedi hanno scortato sui Paesi Baltici tre aerei russi. Due aerei non avevano nessun piano di volo, non avevano mai contattato i controllori di volo e aveno i transpoder spenti.

"Lunedi 28 marzo i radar della NATO hanno rilevato la presenza di tre aerei sulle acque internazionali del Mar Baltico: due caccia russi Su-27 e un aereo da trasporto Tu-154. Ai caccia non era assegnato nessun piano di volo, non si erano messi in contatto con i controllori di volo e non usavano i transponder. L'aereo da trasporto invece aveva un piano di volo e il suo transponder era in funzione", ha raccontato un esponente della NATO che ha chiesto di mantenere l'anonimato.

"La NATO reagisce quando aerei militari o civili si avvicinano allo spazio aereo dei paesi membri, i quali non seguono le norme internazionali di volo", ha confermato la fonte.

L'aereo del ministro della Difesa russo Sergej Shoygu sulla rotta di volo verso Kaliningrad, sulle acque neutrali del Baltico, lunedi, era scortato da due caccia russi Su-27, mentre a due chilometri di distanza volavano dei caccia Eurofighter della NATO.

Correlati:

Comandante forze NATO e USA in Europa chiede aerei spia per missioni in Russia
Russia sostiene populisti in Germania vs Merkel? Per Mosca è delirio la tesi NATO
Lavrov: la Russia non vuole lo scontro né con USA né con UE né con NATO
Tags:
Reazione, caccia, NATO, Sergey Shoygu, Paesi Baltici, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook