Widgets Magazine
08:38 19 Ottobre 2019
Parte storica di Palmira dopo la liberazione dal Daesh

“A Palmira meno danni di quanto temevamo”

© Sputnik . Mikhail Voskresenskiy
Mondo
URL abbreviato
5160
Seguici su

Il direttore dei musei storici e del patrimonio culturale siriano Maamoun Abdulkarim ha raccontato a Sputnik che i blocchi, le pareti, il teatro e la strada principale della cittadella di epoca romana sono in condizioni eccellenti: "nessun danno grave come temevamo."

"Ci aspettavamo che fosse danneggiato l'anfiteatro sulla strada principale, così come le pareti del tempio, ma grazie a Dio tutto si è conservato in perfette condizioni".

Secondo Abdulkarim, "questo ha regalato ottimismo, come una boccata d'aria fresca tra la calura del deserto."

"Siamo convinti della possibilità non solo di restaurare le opere, ma anche di sviluppare la città in rovina di Palmira".

Maamoun Abdulkarim aveva dichiarato che quello che è accaduto a Palmira era una perdita per l'intera comunità mondiale e la civiltà moderna, aggiungendo:

"Se accadrà l'irreparabile a Palmira, come accaduto nel nord dell'Iraq, sarà una ferita sanguinante aperta che farà male da generazione in generazione."

Indicando la risoluzione №2199 del Consiglio di Sicurezza dell'ONU del febbraio 2015, che prevede la responsabilità penale per la distruzione e il saccheggio del patrimonio culturale in Siria e nel mondo, Abdulkarim ha rilevato: "oggi, per noi, il nostro dipartimento, è il giorno più felice, perché la città è stata liberata dal terrorismo e i monumenti della civiltà di Palmira verranno restaurati."

"Il nostro dipartimento sperava nell'esistenza di mezzi efficaci per impedire l'avanzata dei gruppi organizzati e di singoli criminali del Daesh verso la città. Tuttavia il Daesh ha trasformato il museo di Palmira in una prigione, pertanto non siamo ancora in grado di conoscere l'entità dei suoi danni."

Tuttavia Maamoun Abdulkarim ha affermato che il suo dipartimento era riuscito a portare centinaia di importanti reperti dell'ex museo di Palmira in un luogo sicuro.

Per quanto riguarda il valore di Palmira, Maamoun Abdulkarim ha detto che è una delle grandi città, una famosa città dell'antichità, che ha visto l'apice della sua rinascita politica, militare e architettonica durante il regno della regina Zenobia.

Questa città è nella lista del patrimonio mondiale dell'UNESCO; è una delle città turistiche più famose, celebre per i suoi templi, cimiteri, teatri ed altri elementi architettonici che offrono un'immagine reale dell'antica civiltà.

Correlati:

Putin si congratula con Assad per la liberazione di Palmira
Siria, esercito e milizie filo-Assad liberano completamente Palmira dal Daesh
Nei raid russi nei pressi di Palmira uccisi oltre 100 terroristi islamici
Forze aeree di Siria e Russia bombardano i combattenti del Daesh in fuga da Palmira
Tags:
ISIS, vandalismo, Arte, Storia, Terrorismo, Monumento, Unesco, Maamoun Abdulkarim, Palmira, Siria
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik