01:35 17 Dicembre 2017
Roma+ 5°C
Mosca+ 7°C
    A picture taken on February 13, 2015 shows the village Nougboua after it was attacked by Nigeria's Boko Haram rebels

    Leader Boko Haram: Per me è giunta la fine

    © AFP 2017/ STEPHANE YAS
    Mondo
    URL abbreviato
    201

    Gli esperti di terrorismo si interrogano dopo la diffusione di un video messaggio in cui il capo dei fondamentalisti africani annuncia la resa.

    A poche ore di distanza dalla diffusione di un criptico messaggio del suo leader, Boko Haram ha rapito sedici ragazze nello Stato di Adamawa, nel nord della Nigeria. Gli esperti di terrorismo si stanno interrogando adesso per capire se il messaggio apparso sul web ieri, in cui Abubakr Shekaku, capo del sanguinario gruppo fondamentalista attivo in Nigeria e Camerun e recentemente affiliatosi al Daesh, annuncia la resa, sia autentico o meno.

    Il leader di Boko Haram, sulle cui sorti non si hanno certezze ormai da oltre un anno, apparirebbe in un video della durata di 7 minuti, annunciando la fine della sua lotta contro l'esercito nigeriano nella regione.

    La pessima qualità dell'audio e del video non hanno fatto ancora sbilanciare gli analisti, ancora incerti sull'autenticità del messaggio e sull'identità della persona mostrata in video, nonché sul significato stesso del video, qualora fosse confermata la sua autenticità. La resa, questo il principale interrogativo, riguarderebbe il solo vecchio leader Shekaku o il messaggio è rivolto a tutti i combattenti di Boko Haram?

    Il ministero della Difesa nigeriano, che non ha confermato né smentito l'autenticità del messaggio, ha ribadito con una nota pubblicata sul proprio sito web la volontà di "portare a termine il lavoro svolto nelle ultime fino ad eliminare anche l'ultimo terrorista presente in Nigeria".    

    Correlati:

    Boko Haram torna a colpire la Nigeria
    Boko Haram torna a colpire in Camerun
    Camerun libera 900 ostaggi da Boko Haram
    Tags:
    Resa, Boko Haram
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik