04:40 11 Luglio 2020
Mondo
URL abbreviato
120
Seguici su

Stavano preparando attentati terroristici contro obiettivi tedeschi nel paese. Le teste di cuoio turche li hanno fermati nel centrale quartiere di Sultanahmet.

Muhammet Nas, İbrahim Ghanem Alshalawey e Ali Al Farac. Sono i nomi dei tre presunti membri appartenenti allo Stato Islamico che sono stati arrestati nelle scorse ore dalle forze dell'ordine nella metropoli turca. I tre sospetti terroristi stavano progettando nuovi attacchi rivolti verso bersagli tedeschi. A riferirlo è il quotidiano "Hurriyet" che parla di un blitz eseguito dalle unità speciali di sicurezza della polizia turca nella zona di Sultanahmet a Istanbul.

Proprio nel cuore turistico della città un kamikaze si era fatto esplodere lo scorso 12 gennaio uccidendo dieci persone — di cui otto tedesche — e ferendone 15 nei pressi della moschea Blu e della basilica di Santa Sofia. La responsabilità dell'attentato fu attribuita dal govero turco al Daesh: il terrorista suicida si chiamava Nabil Fadli, cittadino siriano ma nato in Arabia Saudita.

In seguito a delle informative ricevute dalla propria intelligence su possibili attacchi in Turchia, il governo di Berlino ha deciso lo scorso 17 marzo di chiudere la sua ambasciata ad Ankara e la sede del proprio consolato a Istanbul dove è stata evacuata anche una scuola tedesca. Nel cortile dell'istituto era stato trovato uno zaino sospetto poi risultato contenere solo del cibo. Entrambi gli obiettivi sensibili nella città sul Bosforo si trovano in un area molto centrale vicino piazza Taksim.

Correlati:

Italiana fermata a Istanbul per la propaganda del Pkk sul web
Attentato Istanbul, kamikaze voleva colpire israeliani
Tags:
ISIS, arresti, Turchia, Istanbul
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook