16:34 27 Ottobre 2020
Mondo
URL abbreviato
0 40
Seguici su

Dopo i diversi collaudi dei missili di Pyongyang, la Cina gli ha consigliato di non violare la risoluzione dell’ONU, e a Seul di mantenere la riservatezza.

La Cina spera che la Corea del Nord non compirà azioni che possano violare la risoluzione del Consiglio di Sicurezza dell'ONU, ha dichiarato il portavoce ufficiale del ministero degli Esteri cinese, Hua Chunying, rispondendo alla domanda sul come sono giudicati da Pechino i lanci della Corea del Nord. Chunying ha aggiunto che tutte le parti devono mostrare discrezione in questa situazione.

Pyongyang ha effettuato dei lanci di missili sulla costa occidentale del paese. Alcuni razzi a corto raggio d'azione sono stati lanciati dal lato del Mar del Giappone nella zona di Hamhŭng. Secondo le forze armate della Corea del Sud, i razzi hanno superato i circa 200 chilometri di distanza. In base a questo l'esercito della Corea del Sud si mantiene in assetto di guerra, tenendo d'occhio lo sviluppo della situazione.

Secondo il capo del dipartimento Corea e Mongolia dell'Istituto di Studi Orientali RAN, Alexander Vorontsov, la situazione nella penisola coreana rimane estremamente tesa. Se la situazione dovesse andare fuori controllo, le conseguenze potrebbero essere catastrofiche.

"Non si vuole pensare al peggio, ma se si dovesse ripetere la seconda guerra di Corea le conseguenze sarebbero sicuramente disastrose. Innanzitutto per la penisola coreana, dato il gran numero di reattori nucleari in Corea del Sud. Non si vuole nemmeno pensare che la penisola coreana possa trasformarsi in una zona totalmente radioattiva, inabitabile. In diversi casi c'è la possibilità di una catastrofe sia ecologica che umanitaria, con milioni di profughi. La guerra può essere estremamente cruenta. I nordisti si opporranno e hanno con cosa farlo. Anche se non si dovesse arrivare all'uso dei dispositivi nucleari, anche le armi convenzionali porteranno i paesi alla rovina", ha dichiarato Alexander Vorontsov a Radio Sputnik.

In questa situazione, secondo Vorontsov, invitare le parti alla discrezione è più che giustificato.

"Cina e Russia hanno esortato alla moderazione Pyongyang e Seoul. Finora sono riusciti a mantenere la situazione al limite, ma sotto controllo. Ricordiamo che nel 2013, quando nel periodo delle manovre di marzo- aprile in Corea del Sud la situazione era molto tesa, e sono risuonati gli avvertimenti minacciosi di attacchi nucleari di risposta. Tuttavia non si è arrivati allo scontro diretto. Si spera che il buon senso prevalga anche stavolta", ha sottolineato Vorontsov.

Correlati:

La Corea del Nord ha lanciato due missili balistici
In Corea del Nord registrato un terremoto artificiale
Portaerei nucleare USA arrivata nei pressi delle coste della Corea del Sud
Tags:
Operazioni militari, Rischio guerra, Situazione della penisola coreana, Penisola coreana, Corea del Sud, Corea del Nord, Cina
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook