23:31 11 Dicembre 2017
Roma+ 16°C
Mosca+ 0°C
    A man holds the flag of the Syrian Kurdish Democratic Union Party (PYD)

    Curdi siriani proclamano autonomia

    © AFP 2017/ LOUISA GOULIAMAKI
    Mondo
    URL abbreviato
    171

    Il responsabile delle relazioni internazionali di Kobane annuncia l'accordo per l'autonomia delle tre province curde nel nord della Siria. Per Ankara la decisione è “irrilevante”.

    I responsabili politici dei cantoni di Al Jazira, Kobane e Afrin, regioni curde, hanno raggiunto un accordo per la proclamazione dell'autonomia, nonostante la posizione contraria di Damasco. E' quanto riferito ieri da Idris Nassan, responsabile delle relazioni internazionali di Kobane, quartier generale e fulcro della resistenza Ypg contro il Daesh nel nord della Siria. Nassan ha detto che l'accordo per una federazione dei tre cantoni curdi è in fase di finalizzazione, provocando le prime reazioni nell'area.

    Ankara ha già fatto sapere che l'accordo non ha alcun valore.

    "Una decisione — ha riferito un portavoce del governo al quotidiano Hurriyet — che non ha alcuna validità".

    La decisione dei curdi siriani, esclusi dalle trattative dei negoziati Ginevra proprio su pressioni turche, non pare particolarmente apprezzata neanche dagli Stati Uniti che, con una nota diffusa dal Dipartimento di Stato ha fatto sapere che non è pronta a riconoscere "aree semi-autonome in Siria". In precedenza il governo siriano, nella giornata di sabato, aveva escluso l'ipotesi di una Siria riorganizzata su base federale. 

    Correlati:

    I curdi di Tak rivendicano attentato di Ankara del 14 marzo
    Siria, i curdi spingono per la federalizzazione
    Per l'ONU non esiste un piano B per la Siria, solo dialogo. Apertura ai curdi
    Tags:
    Autonomia, Curdi, YPG, Siria, Kurdistan
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik