00:39 20 Settembre 2018
Lo stabilimento a Parigi da anni inquina ambiente. Basterà un po’ di “economia verde”, o di “sviluppo sostenibile” per scongiurare la catastrofe?

La Cina investe sul carbone “pulito”

© Foto : JOEL SAGET
Mondo
URL abbreviato
1171

460 milioni in 5 anni per abbassare le emissioni.

Una piattaforma marina per l'estrazione di idrocarburi.
© flickr.com / Steven Straiton
La Cina continua a investire nel carbone e punta sulla tecnologia per rispettare l'ambiente. Nel 2014 il consumo di energia pro capite in Cina era di 3,1 tonnellate di carbone ed entro il 2020 superera' le quattro tonnellate.

Shenwu environmental technology, azienda di Shenzhen, ha messo a punto una nuova tecnica di lavorazione del carbone "che abbassera' notevolmente i costi e le emissioni".

Con i nuovi studi messi a punto dall'ingegneria cinese,  si potrà separare la materia volatile contenuta nel carbonio fisso, scomponendola in gas naturali, petrolio e gas di sintesi. Il carbonio fisso verra' inoltre trasformato in ossido di carbonio e carburo di calcio, che, a sua volta, reagendo con l'acqua produrra' acetilene.

Negli ultimi dieci anni la Cina ha investito 240 miliardi di dollari per lo sviluppo del carbone pulito e nei prossimi cinque anni il Paese del Dragone prevede di investire 460 milioni di dollari in tecnologie che rendano il carbone sempre meno tossico per l'ambiente e per la salute dell'uomo.    

Tags:
Investimenti, Ambiente, Ecologia, Cina
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik