Widgets Magazine
17:10 21 Settembre 2019
Peshmerga curdi

Il Kurdistan iracheno potrebbe chiedere assistenza militare alla Russia vs Daesh

© AP Photo / Hussein Malla
Mondo
URL abbreviato
6120
Seguici su

I peshmerga curdi iracheni hanno bisogno del sostegno della Russia nella guerra contro il Daesh, ha dichiarato Aso Talabani, portavoce della regione autonoma curda a Mosca.

Secondo il rappresentante curdo, quando è iniziata l'operazione militare dell'Aviazione russa in Siria i curdi speravano che i raid venissero effettuati anche contro le posizioni del Daesh in Iraq.

La delegazione del Kurdistan iracheno, che si recherà in visita ufficiale a Mosca il prossimo aprile, potrebbe chiedere l'assistenza militare della Russia per combattere i terroristi del Daesh, ha riferito a RIA Novosti Aso Talabani, portavoce della regione autonoma curda a Mosca.

"Probabilmente la delegazione chiederà l'assistenza militare della Russia per sostenere i nostri peshmerga nella guerra contro il Daesh," — ha detto Talabani.

Secondo lui, quando gli aerei russi hanno iniziato l'operazione in Siria lo scorso anno, i curdi iracheni si aspettavano che i raid dell'Aviazione russa contro i jihadisti venissero effettuati anche in Iraq.

Allo stesso tempo Talabani ritiene che la Russia non sia ancora pronta ad aiutare i curdi iracheni nella loro guerra contro il Daesh.

"Comunicando con la parte russa, vedo che ora Mosca non ha interesse nell'intervenire nel Kurdistan iracheno. Alcune volte abbiamo fatto pervenire richieste per il sostegno militare, ma al momento la Russia è pronta a lavorare solo con Baghdad… la Russia ha sempre creduto che bisogna avere un rapporti solo con il governo centrale", — ha detto Talabani.

Inoltre secondo il rappresentante curdo, durante la visita a Mosca la delegazione del Kurdistan iracheno discuterà le questioni di cooperazione economica con la speranza che la regione possa in parte sostituire la nicchia di mercato lasciata dalla Turchia.

"La delegazione del Kurdistan iracheno arriverà a Mosca ad aprile, probabilmente all'inizio del mese. Inoltre Mosca ha posto la condizione che nella delegazione siano presenti i membri dei due maggiori partiti nel Kurdistan iracheno, l'Unione Patriottica e il Partito Democratico. Si deve ancora decidere la composizione, ma il livello sarà molto alto," — ha detto Talabani.

Il Kurdistan iracheno è una regione autonoma nel nord dell'Iraq. Il suo status è sancito dalla Costituzione irachena adottata dopo la caduta del regime di Saddam Hussein.

Correlati:

L’esercito turco ha iniziato a bombardare i curdi nell’Iraq settentrionale
“Washington Post” spiega perchè i curdi siriani hanno scelto la Russia davanti gli USA
Diktat di Erdogan agli USA: “o noi o i curdi”
Siria, curdi e milizie di Assad respingono attacco dei terroristi islamici su Aleppo
A Mosca aperta sede di rappresentanza del Kurdistan occidentale
Tags:
ISIS, Cooperazione, Diplomazia Internazionale, Curdi, Terrorismo, Russia, Iraq
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik