15:37 16 Dicembre 2017
Roma+ 13°C
Mosca+ 4°C
    Bandiera ucraina, crisi Donbass

    Kiev vuole sostituire i leader delle zone incontrollate del Donbass

    © AP Photo/ Evgeniy Maloletka
    Mondo
    URL abbreviato
    5422

    Il leader del movimento «Scelta ucraina», Victor Medvedchuk, ha proposto un piano per la creazione nel Donbass delle amministrazioni guidate da persone che soddisfino Kiev e Mosca.

    Sabato il settimanale ucraino ZN.UA ha scritto che il presidente dell'Ucraina Petro Poroshenko ha espresso interesse per il piano del leader del movimento civico «Scelta ucraina» Victor Medvedchuk, il quale ha proposto la creazione nelle regioni di Donetsk e Luhansk (non controllate Kiev) amministrazioni, guidate da persone che soddisfino Kiev e Mosca.

    Secondo la pubblicazione, Medvedchuk ha proposto come candidati alla presidenza l'oligarca ucraino, originario di Donetsk, Rinat Akhmetov, e il capo della fazione «Blocco d'opposizione» al parlamento Yuri Bojko.

    La pubblicazione afferma che questi candidati sono piaciuti al Presidente. «Secondo le nostre informazioni, Egli ha tenuto dei colloqui preliminari con entrambi, ed entrambi sarebbero d'accordo. Crederci (specialmente nel caso di Akhmetov) non è facile, ma la fonte di ZN.UA insiste sulla veridicità di tali informazioni. Putin è stato informato riguardo questa proposta, ma non si è ancora arrivati ad un accordo».

    Per il settimanale, «nel caso della sottoscrizione di un accordo per lo svolgimento delle elezioni fuori dal controllo di Kiev nel donbass, Mosca accetterebbe di sostituire gli attuali leader della RPD e della RPL Zakharchenko e Plotnitskij».

    Nell'aprile 2014 il governo ucraino ha lanciato un'operazione militare contro la RPD e la RPL, le quali si sono autodichiarate indipendenti dopo un colpo di stato in Ucraina nel febbraio 2014. Secondo gli ultimi dati delle Nazioni Unite, le vittime del conflitto sarebbero più di 9 mila. La risoluzione della situazione nel Donbass si discute nel corso delle riunioni del gruppo di contatto a Minsk, che dal settembre 2014 ha già approvato tre documenti che regolano le operazioni di de-escalation del conflitto, tra cui l'armistizio. Tuttavia, dopo gli accordi per la tregua, tra le parti in conflitto continuano gli scambi di fuoco.

    Mosca ha ripetutamente affermato di essere assolutamente estranea agli eventi nell'Ucraina sud orientale; non fornisce attrezzatura militare e munizioni alle milizie locali; non è una parte all'interno del conflitto interno ucraino; è interessata al fatto che l'Ucraina superi la crisi politica ed economica.

    Correlati:

    Sempre più russi giudicano tesa la situazione nel Donbass
    Kiev, Yatsenyuk vuole riprendere controllo di Donbass e Crimea con aiuto Occidente
    Donbass: sabotaggio ucraino fa saltare la diffusione radio televisiva nella RPD
    Tags:
    dichiarazioni, proposte, Risoluzioni, Situazione nel Donbass, Donbass, Russia
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik