23:24 21 Settembre 2018
Bandiere dell'UE e della Russia.

L'Unione Europea ha deciso di prorogare le sanzioni contro i cittadini russi

© Sputnik . Vladimir Sergeev
Mondo
URL abbreviato
21119

La lista degli individui colpiti dalle sanzioni è stata ridotta di tre persone poiché decedute. La proroga delle sanzioni entrerà in vigore il 13 marzo.

La decisione dell'UE di prorogare fino al 15 settembre le sanzioni individuali contro le persone fisiche e giuridiche della Federazione Russa e dell'Ucraina, considerate da Bruxelles responsabili di «minare l'integrità territoriale» ucraina, è stata pubblicata sulla Gazzetta ufficiale dell'Unione Europea.

Formalmente la proroga delle sanzioni contro 146 cittadini e 37 persone giuridiche è stata fissata con la decisione del Consiglio dell'Unione Europea del 10 marzo, ed è stata approvata senza sottoporla ai ministri dell'Interno e ai ministri della Giustizia degli stati membri dell'UE.

«La decisione entrerà in vigore il giorno successivo alla pubblicazione sulla Gazzetta ufficiale» specifica la pubblicazione.

Dalla lista degli individui colpiti dalle sanzioni sono state rimosse tre persone che non sono più in vita. Come conferma la pubblicazione, si tratta dell'ex capo del GRU Igor Sergun, di un membro della Camera Civica della Crimea Yury Zherebtsov e il comandante del reggimento cosacco della auto proclamata Repubblica Popolare di Luhansk Pavel Dremov.

Inoltre, l'UE ha apportato cambiamenti nella lista riguardanti 46 persone fisiche e 11 giuridiche.

Correlati:

La UE ha esteso le sanzioni individuali contro la Russia
La UE estenderà senza discussione le sanzioni individuali contro la Russia
UE pronta a prorogare di 6 mesi le sanzioni individuali
Tags:
Proroga, Sanzioni individuali, Sanzioni, Proroga sanzioni, Unione Europea, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik