03:34 22 Ottobre 2020
Mondo
URL abbreviato
106
Seguici su

Nell'elenco dei 122 kamikaze anche due jihadisti che avrebbero soggiornato in Italia. Il ministro degli Interni tedesco: lista autentica.

Tra i documenti consegnati da un "pentito" all'emittente britannica Sky News, ci sono i nomi di due aspiranti kamikaze che hanno vissuto in Italia. Tra i 22mila nomi contenuti nei file pubblicati dall'opposizione siriana Zaman al Wasl, come descritto dalla stampa internazionale in questi giorni, ce n'è uno che elenca numerandoli tutti quei jihadisti disponibili ad attentati kamikaze.

Tra i 122 nomi di questa lista, al numero 47 figura Rawaha al Itali, ossia "l'italiano", che secondo i dati riportati sulla scheda, avrebbe due carte d'identità, marocchina e italiana. Sempre nella stessa lista poi, al numero 7, troviamo Abu Ishaq al Tunisi, che avrebbe visitato per 4 anni alcuni Paesi europei, tra cui anche l'Italia.

Nella giornata di ieri intanto, il ministro tedesco degli Interni, Thomas de Maiziere ha reso noto che, secondo un'analisi dei file operata dall'antiterrorismo tedesca, la lista è da considerarsi autentica. 

Correlati:

Il nuovo leader Daesh in Libia: Conquisteremo Roma
Presidente Serbia: gratitudine alla Russia per la lotta contro il Daesh
Siria, assalto forze speciali di Assad vs Daesh: passo in avanti su fronte di Palmira
Tags:
ISIS, Minaccia terrorismo, Daesh-leaks, Italia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook