21:22 23 Agosto 2017
Roma+ 24°C
Mosca+ 18°C
    Delfino

    Russia, ministero della Difesa acquisterà 5 delfini

    © Foto: Wikipedia
    Mondo
    URL abbreviato
    61385104

    Il dicastero militare della Federazione Russa prevede di acquistare 5 delfini del Mar Nero, riporta il sito degli acquisti dello Stato.

    L'importo massimo dell'acquisto è di 1 milione 750 mila rubli (poco più di 20mila €), si legge nel documento.

    In precedenza era stato riferito che in Unione Sovietica nel 1965, sulla costa del Mar Nero, era stato fondato un Centro di ricerca nella baia dei Cosacchi (Sebastopoli, Crimea). Con l'inizio della perestroika l'addestramento dei delfini per scopi militari venne sospeso. Nel 2000 era stato segnalato che i cetacei dal delfinario di Sebastopoli erano stati venduti all'Iran.

    Nella primavera del 2014 i media avevano riferito che la Marina russa stava progettando di farsi carico dei delfini da combattimento della Crimea.

    Alla fine del 2014 i media avevano riferito, citando una fonte anonima, che nell'acquario di Sebastopoli erano state condotte delle esercitazioni con delfini da combattimento. Tuttavia nell'occasione il ministero della Difesa della Federazione Russa aveva smentito l'impiego dei cetacei nelle esercitazioni.

    "Con l'inizio del nuovo anno delle forze armate, iniziato il 1° dicembre, la Flotta del Mar Nero in autunno e in inverno si esibirà in una vasta gamma di attività di formazione e di combattimento. Tuttavia tra i vari compiti non ci figurano l'addestramento e le esercitazioni con i delfini," — aveva riferito ai giornalisti il 3 dicembre 2014 il rappresentante ufficiale del ministero della Difesa russo, il generale Igor Konashenkov.

    "Inoltre non sussistono i presupposti e i motivi per l'addestramento dei cetacei per scopi militari. Le basi della Flotta del Mar Nero sono fornite di mezzi tecnici e di forze anti-sabotaggio. Pertanto non vi è alcuna necessità di utilizzare modi esotici per proteggere le aree adiacenti", — aveva sottolineato il generale.

    Nel Comando della Marina russa hanno riferito che la Flotta del Mar Nero non ha strutture coinvolte nell'addestramento dei cetacei, compresi i delfini per scopi militari.

    "Tutte le strutture coinvolte nell'addestramento di delfini militari nella Flotta del Mar Nero di epoca sovietica sono state eliminate quasi un quarto di secolo fa. Nessuna decisione sul loro recupero dopo la riunificazione della Crimea con la Russia è stata presa," — hanno detto al Comando.

    In epoca sovietica il Comando ha riconosciuto che i cetacei venivano realmente ed attivamente utilizzati dalla Flotta del Mar Nero, ma in seguito questi lavori sono stati fermati e gli animali sono stati venduti a strutture commerciali, anche all'estero.

    "Chiunque sia stato nei delfinari può giudicare come un delfino o una foca possa essere addestrata a qualsiasi cosa. La domanda è se sia necessario ai militari", — hanno affermato al ministero.

    Il generale ha ribadito che non ci sono strutture nel quartier generale della Flotta o personale delle unità speciali che sarebbero impegnati nell'addestramento dei delfini da combattimento.

    Correlati:

    La NATO ha deciso di aumentare la propria presenza militare nel Mar Nero
    Tags:
    Difesa, Sicurezza, Animali, ministero della Difesa della Federazione Russa, marina russa, Igor Konashenkov, Russia
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik