22:30 27 Febbraio 2020
Mondo
URL abbreviato
5242
Seguici su

I test missilistici si sono svolti sotto lo slogan: «Una dimostrazione di forza, di solida sicurezza all'ombra dell’unità, della comunanza di idee, del consenso e di un linguaggio comune».

Martedì l'agenzia Mehr ha fatto sapere che l'aeronautica militare iraniane ha testato alcuni missili balistici nell'ambito della fase conclusiva dei collaudi di missili di propria produzione.

I test sono stati condotti dall'aeronautica militare iraniana, che fa parte del Corpo delle Guardie della rivoluzione islamica, sotto lo slogan: «Una dimostrazione di forza, di solida sicurezza all'ombra dell'unità, della comunanza di idee, del consenso e di un linguaggio comune». L'obiettivo è la «prova di forza» e «la prontezza di tutti i settori dell'Iran Islamico di affrontare qualsiasi minaccia alla rivoluzione, all'ordine e all'integrità territoriale del paese».

In precedenza Hasan Firuzabadi, capo dello Stato Maggiore Generale delle Forze Armate iraniane, ha affermato che l'Iran ha intenzione di svolgere esercitazioni militari a febbraio-marzo di quest'anno, durante le quali testerà i missili di propria produzione.

Alla fine di dicembre il presidente iraniano Hassan Rouhani ha ordinato al ministero della Difesa di ampliare il programma missilistico in risposta alla potenziale incremento delle sanzioni USA. Il capo di Stato ha sostenuto che l'Iran ha il diritto di sviluppare missili, dal momento che non sono stati progettati per essere muniti di testate nucleari.

 

 

A metà gennaio, gli USA hanno imposto sanzioni contro un certo numero di individui e aziende in Iran e in Cina, così come le organizzazioni negli Emirati Arabi Uniti relative al programma di sviluppo di missili balistici.

Correlati:

Russia e Iran, il nuovo asse strategico
Elezioni Iran, avanti il fronte Rohani
Lavrov: Pronti a normalizzare relazioni tra Iran e Lega araba
Tags:
Collaudo, sviluppo, Armi pesanti, Test missile balistico, Hassan Rouhani, Iran
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook