02:53 23 Settembre 2018
Ahmet Davutoglu

Davutoglu: Pronti ad essere un membro dell'Ue

© AFP 2018 /
Mondo
URL abbreviato
13116

Il premier turco al suo arrivo a Bruxelles per un vertice informale prima del Consiglio Europeo sull'immigrazione.

Salvataggio di Schengen e chiusura della rotta migratoria balcanica. Saranno questi i due temi caldi del Consiglio Europeo a 28 che prende il via oggi a Bruxelles. La crisi migratoria sullo sfondo anche del summit informale che precede l'incontro di oggi, con la presenza del premier turco Ahmet Davutoglu a Bruxelles, per il secondo vertice Turchia-Ue negli ultimi tre mesi.

"Questo dimostra quanto è indispensabile la Turchia per l'Ue e l'Ue per la Turchia".

Così Davutoglu alla stampa al suo arrivo nella capitale belga, prima di prendere parte all'incontro a tre con il presidente della Commissione Ue Jean-Claude Juncker e Martin Schulz, presidente del parlamento europeo.

"La Turchia è pronta a lavorare con l'Ue — ha affermato il premier turco — la Turchia è pronta ad essere un membro dell'Ue e spero — ha auspicato Davutoglu — che questo vertice, che non si focalizzerà solo sull'immigrazione irregolare, sia un successo dal punto di vista delle nostre relazioni".

Nel corso del Consiglio europeo che seguirà nel pomeriggio i rappresentanti dei 28 Stati membri prenderanno visione del documento "Back to Schengen", presentato dal presidente Juncker, in cui è segnata la strada per il ripristino degli accordi di libera circolazione nei Paesi in cui sono temporaneamente sospesi. 

Correlati:

“Il vertice UE-Turchia celebra la morte dei valori dell'Europa”
Commissione Europea sicura, UE impotente su crisi profughi senza la Turchia
Tags:
Trattato di Schengen, Vertice UE-Turchia, Consiglio Europeo, Martin Schulz, Jean-Claude Juncker, Ahmet Davutoglu, UE, Turchia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik