06:20 18 Febbraio 2018
Roma+ 14°C
Mosca-6°C
    Repressione della polizia turca contro le donne

    Ad Istanbul la polizia reprime manifestazioni di donne con proiettili di gomma

    © REUTERS/
    Mondo
    URL abbreviato
    2217

    In centro ad Istanbul sono scese in piazza centinaia di femministe con striscioni viola, che simboleggiano il movimento per i diritti delle donne. Lo scopo della manifestazione era quello di sensibilizzare l'opinione pubblica sulla condizione delle donne nella società.

    Ad Istanbul la polizia ha usato i proiettili di gomma per scioglere le manifestanti che si erano radunate nel fine settimana alla vigilia della festa dell'8 marzo, riporta l'agenzia di stampa "Reuters".

    Secondo l'agenzia, centinaia di donne, scandendo slogan, erano scese in piazza nel centro di Istanbul con striscioni viola, che simboleggiano il movimento per i diritti delle donne.

    Le manifestanti volevano attirare l'attenzione sulla situazione delle donne nella società turca, in particolare sui problemi nel mondo del lavoro.

    Durante lo sgombero della piazza, la polizia ha arrestato una donna.

    Secondo l'agenzia "Ruptly", diverse donne sono rimaste ferite negli scontri con la polizia.

    Inoltre anche nella capitale Ankara alcune decine di donne sono scese in piazza. Anche qui si sono registrati scontri con le forze dell'ordine.

    Ricordiamo che in Turchia c'erano state il 4 marzo manifestazioni di protesta contro il governo a seguito del commissariamento del giornale d'opposizione "Zaman". La polizia ha disperso i manifestanti utilizzando gas lacrimogeni e cannoni ad acqua.

    Correlati:

    “Il vertice UE-Turchia celebra la morte dei valori dell'Europa”
    Turchia, casi di violenza e tortura contro i profughi al confine con la Siria
    Tags:
    Lavoro, Donna, diritti, Violenza, Manifestazione, Polizia, Ankara, Istanbul, Turchia
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik