06:17 21 Giugno 2018
Combattente dell'opposizione siriana

Leader dell'opposizione siriana chiedono aiuto e difesa alla Russia vs Daesh

© AP Photo /
Mondo
URL abbreviato
7171

I militanti del Daesh e delle altre organizzazioni terroristiche hanno annunciato la "caccia all'oppositore" di quei gruppi che hanno firmato l'accordo sul cessate il fuoco, ha riferito il direttore del Centro russo per la riconciliazione. La tregua entrata in vigore il 27 febbraio scorso non ha fermato le offensive dei terroristi in Siria.

Il Centro russo per la riconciliazione delle parti siriane in conflitto contribuirà a garantire la sicurezza dei leader dei gruppi d'opposizione siriani e degli amministratori locali che hanno firmato l'accordo sul cessate il fuoco, ha riferito ai media russi il generale Sergey Kuralenko, direttore del Centro russo per la riconciliazione.

Secondo il militare russo, dall'apertura del Centro gli esperti russi hanno avuto 23 incontri con i rappresentanti dei vari movimenti e forze politiche siriane d'opposizione.

"Nonostante il periodo relativamente breve si segnalano cambiamenti significativi nel corso dei negoziati", — ha rilevato Kuralenko.

Ha riferito che se nei primi giorni di lavoro del Centro gli oppositori chiedevano garanzie di protezione e di sicurezza dalle forze di sicurezza di Damasco, oggi accade il contrario. "Ci hanno chiesto di garantire la sicurezza e la difesa contro gli uomini del Daesh e delle altre organizzazioni terroristiche, che avevano precedentemente annunciato la caccia di quelli che hanno firmato l'accordo sulla tregua," — ha detto Kuralenko.

"Da parte nostra contribuiremo a garantire la sicurezza dei leader dei gruppi di opposizione siriani e degli amministratori locali che hanno firmato l'accordo sulla cessazione delle ostilità e sull'inizio del processo di riconciliazione," — ha sottolineato Kuralenko.

Correlati:

Siria: l’opposizione vuole una nuova Costituzione
Siria, curdi e milizie di Assad respingono attacco dei terroristi islamici su Aleppo
"La Turchia non è più in grado di invadere la Siria, ma continuerà a sostenere islamisti"
Tags:
ISIS, Pace, Difesa, Sicurezza, Terrorismo, Opposizione, Tregua in Siria, Sergey Kuralenko, Russia, Siria
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik