17:20 25 Ottobre 2020
Mondo
URL abbreviato
0 43
Seguici su

Una nuova costituzione capace di proteggere tutti i diritti del popolo siriano e da cui sarà possibile avviare le riforme. Lo ha dichiarato il segretario generale del partito ‘Conferenza nazionale’ Ilya Mansad in una riunione al centro per la riconciliazione di Hmeymim.

I partecipanti alla riunione dell'opposizione siriana, del clero e delle formazioni armate al centro per la riconciliazione di Hmeymim hanno esortato la creazione di un gruppo promotore per l'elaborazione del progetto della nuova costituzione siriana.

L'incontro, tenutosi venerdì, è stato organizzato su iniziativa dei partecipanti, che si sono rivolti al Centro russo per la riconciliazione delle parti in conflitto in Siria.

Nel corso della riunione, gli attivisti hanno espresso la necessità di creare un gruppo promotore, che dovrebbe iniziare a sviluppare il progetto di una nuova costituzione siriana, che sarebbe in seguito presentato per una discussione nazionale.

Secondo uno dei partecipanti alla riunione, membro della società ‘Per la Siria democratica', Mace Kreidi, la Siria «ha bisogno di una nuova costituzione».

«Per farlo abbiamo bisogno di coinvolgere tutte le forze, tutti i signori della guerra ei mufti. Tutti tranne i terroristi, per loro non c'è posto in terra siriana», ha affermato Kreidi, esprimendo la speranza che un Consiglio di transizione sarà stabilito «il più presto possibile» in Siria.

«Dopo lo svolgimento dei negoziati, potremo adottare una nuova costituzione, condurre elezioni democratiche e formare una fiducia generale del popolo siriano al potere» ha evidenziato Kreidi.

«Crediamo che la nuova costituzione sia capace di proteggere tutti i diritti del popolo siriano, e con lei possiamo cominciare le riforme», ha osservato un altro partecipante alla riunione di Hmeymime, il segretario generale del partito "Conferenza nazionale" Ilya Mansad.

I partecipanti della riunione ha anche sottolineato che, nonostante le loro differenze, hanno una visione comune per il futuro della Siria come uno stato laico, che possa preservare la sua integrità e la sua sovranità.

Il regime di tregua vigente in Siria è entrato ufficialmente in vigore alle 00;00 (ora di Damasco) del 27 febbraio. La cessazione delle ostilità non è valida per le organizzazioni terroristiche Daesh e al-Nusra e gli altri gruppi terroristici riconosciuti dal Consiglio di Sicurezza dell'ONU.

 

Correlati:

USA: Russia ha svolto un ruolo guida nelle trattative per la Siria
Russia accusa: da Turchia arrivano ogni giorno in Siria camion di armi per i terroristi
Rapporto segreto NATO: i russi in Siria hanno superato le forze dell'Alleanza
Tags:
Costituzione, riunione, colloqui, Situazione in Siria, Opposizione siriana, Siria
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook