Widgets Magazine
18:16 23 Ottobre 2019
Vitalij Klyčko

Klyčko si scusa per le sue origini ucraine

© Sputnik . Stringer
Mondo
URL abbreviato
11426
Seguici su

Il sindaco di Kiev Vitalij Klyčko in un’intervista al canale televisivo Al Jazeera per il fatto di essere ucraino. Questo è avvenuto al tempo della controversia sulle violazioni dei diritti umani nel Donbass da parte delle forze armate ucraine.

Il conduttore ha citato le tesi del rapporto di Human Rights Watch e Amnesty International, in cui si dice, in particolare, che le forze armate ucraine e le formazioni armate belligeranti dalla parte di Kiev violano i diritti umani, compioni crimini contro i civili, rapiscono e torturano le persone.

Il conduttore ha posto a Klyčko la domanda sulla presenza nella zona del confltto di battaglioni di volontari di tendenza nazista, come Azov. Rispondendo, il sindaco ha dichiarato che tali affermazioni sono "menzogne" e "propaganda". Quando il conduttore ha detto che questo è un fatto documentato, dei guerriglieri che usano le svastiche ne ha parlato pure la stampa americana, ma Klyčko ha evidenziato che lui svastiche non ne ha viste.

"Noi difendiamo il nostro territorio, noi difendiamo il nostro paese" ha ripetuto diverse volte Klyčko, rispondendo al conduttore a proposito della posizione delle autorità di Kieva e delle forze armate.

Alla domanda se respinge le osservazioni di Human Rights Watch e i rapporti di Amnesty Internetional sulle forze armate ucraine, Klyčko ha risposto che lui non ha alcuna informazione.

Quando il conduttore gli ha chiesto se conosce Amnesty International, il sindaco di Kiev ha risposto: "Scusatemi, vengo dall'Ucraina".

Klyčko è campione del mondo ad honorem dalla boxe WBC. Dal giugno 2014 è sindaco della città di Kiev. E' anche leader del partito unito "Block Poroshenko-Solidarietà".

Correlati:

ONU: Kiev pronta ad ammettere violazioni dei diritti umani
Russia, il rapporto sui diritti umani in Ucraina “non è obiettivo”
Kiev recede ufficialmente da diverse norme sui diritti umani nel Donbass
Tags:
Commento, Parere personale, dichiarazioni, Intervista, Violazioni dei diritti umani
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik