16:34 17 Giugno 2019
Lo sgombero della Giungla di Calais

Calais, dopo gli scontri riprende lo sgombero

© AFP 2019 / PHILIPPE HUGUEN
Mondo
URL abbreviato
1 0 0

Nella giornata di ieri altissima tensione nella “giungla” del campo profughi spontaneo sorto ai piedi del tunnel della Manica. Oggi lacrimogeni e polizia francese in assetto anti sommossa per la ripresa delle operazioni.

Giornata campale a Calais, dove le forze di polizia francese hanno avviato ieri lo sgombero della tendopoli che in questi mesi ha visto arrivare nella regione settentrionale della Francia decine di migliaia di profughi, pronti ad attraversare il tunnel della Manica per raggiungere il Regno Unito.

Port of Calais
© flickr.com / jpellgen

Le operazioni di sgombero di gran parte del campo sono poi state interrotte a causa degli scontri verificatisi tra attivisti no-border, alcuni gruppi di migranti e polizia. Nella notte dopo un primo stop, ancora un fitto lancio di lacrimogeni da parte della polizia transalpina e una fitta sassaiola da parte di alcuni occupanti della "giungla" segnalavano la ripresa delle ostilità.

Questa mattina ancora tensione alla ripresa delle operazioni, che dovrebbero portare al trasferimento di oltre 3mila migranti in strutture di accoglienza situate in altre zone del Paese. 

Correlati:

Calais, polizia municipale in servizio a manifestazione di Pegida: sindacato in tribunale
Migrante, rifugiato o terrorista? Benvenuto a Calais
Francia, in campo profughi di Calais aggressione contro giornalista di RT
Scontri a Calais: polizia vs. migranti
Tags:
Crisi dei migranti, Sgombero della Giungla di Calais, Francia, Calais
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik