07:57 18 Maggio 2021
Mondo
URL abbreviato
14192
Seguici su

Secondo la Reuters, i leader europei non hanno un’agenda comune, ogni stato si concentra sui propri problemi interni, e ciò porterà alla dissoluzione dell’intera Europa.

I leader europei a causa dell'incapacità di mettersi d'accordo rischiano di far fallire la costruzione di un'Europa unita, che potrebbe diventare per loro una torre di Babele — scrive la Reuters.

"Come nel caso della biblica torre di Babele, l'ambiziosa edificazione dell'Europa si trova sotto la minaccia di un crollo, in quanto i suoi popoli non parlano la stessa lingua", ha sottolineato l'agenzia. E mentre altre crisi europee delle differenze possono essere o al momento dimenticate o affrontate gradualmente, il modo più ovvio per ritardare o attenuare la crisi della migrazione non esiste.

Secondo la legenda della torre di Babele, Dio creò per i suoi costruttori una nuova lingua, questi hanno smesso di capirsi tra di loro e si sono dispersi per tutto il mondo, non finendo di innalzare la torre. Dal punto di vista dell'autore dell'articolo, Paul Taylor, gli attuali leader dei paesi dell'UE hanno gli stessi problemi: prospettive troppo diverse sulle questioni europee più urgenti. Non è sorprendente che l'UE non possa raggiungere un consenso unanime, quando i paesi europei hanno programmi di politica interna tanto diversi — sottolinea l'autore.

In Germania, attualmente si sta svolgendo un acceso dibattito su come a far fronte al flusso di rifugiati: limitare o interrompere. La Francia non si è ripresa dallo shock degli attacchi terroristici a Parigi e, secondo l'autore, "si considera in uno stato di guerra." Nel Regno Unito all'ordine del giorno è il futuro referendum sulla secessione dall'Unione Europea. Nell'Europa dell'est, in Polonia, si discutono i tentativi del nuovo governo per limitare i poteri della Corte costituzionale e dei media circa la "minaccia russa" e se l'ex presidente polacco, Lech Walesa, quaranta anni fa fosse un informatore dei comunisti. In Europa centrale si discute di come resistere alla pressione della Germania, che richiede di prendere una parte dei rifugiati. Nell'Europa meridionale, in Italia e in Portogallo sono stati assorbiti dal rilancio delle loro economie, mentre in Spagna dal separatismo catalano, dalla paralisi politica e dal rischio di disgregazione del paese.

"Quando i leader di questi paesi arrivano a Bruxelles, che spesso non sanno nemmeno di cosa discutere" scrive la Reuters.

Gli eventi si sviluppano troppo velocemente, costata l'autore. In particolare, l'Austria a metà febbraio unilateralmente ha introdotto limiti giornalieri sul numero dei migranti che attraversano il paese, così come il numero delle richieste di asilo. Decine di migliaia di rifugiati sono ammucchiati in Grecia, e il primo ministro del paese ha minacciato di bloccare tutti i futuri accordi dell'Unione Europea, se i partner di Atene non li aiutano con la distribuzione dei migranti. La Reuters osserva che i paesi dell'Unione Europea hanno largamente ignorato la quota per i rifugiati, adottata lo scorso anno. L'Ungheria si appresta a tenere un referendum se si è favorevoli a prendere i migranti secondo queste quote.

Secondo l'autore, l'Europa dovrà sospendere il trattato di Schengen per due anni, al fine di evitare un crollo completo della regione e ripristinare il controllo passaporti all'interno dell'area Schengen.

Così, uno dei principali risultati della cooperazione europea, Schengen, lo metteranno "coma artificiale" per non farlo morire. "Se i leader deboli dell'Europa continuano ad essere distratti dal dibattito interno, l'Unione, che è servita come base del welfare nel dopoguerra, inizierà a cadere a pezzi" — riassume l'autore.

Correlati:

Addio Unione europea?
L’Unione (europea) fa la forza?
L'Unione Europea è la nuova URSS?
Tags:
Commento, Opinione, dichiarazioni, Unione Europea
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook