01:16 30 Ottobre 2020
Mondo
URL abbreviato
8250
Seguici su

Sabato il capo della Direzione centrale operativa dello Stato Maggiore, tenente generale Sergei Rudskoy, ha reso noto che la Russia sta attualmente concentrando i propri sforzi sulla fornitura di aiuti umanitari alla popolazione delle zone colpite in Siria.

Il regime di cessate il fuoco in Siria è entrato ufficialmente in vigore alle ore 00;00 (ora di Damasco) di sabato 27 febbraio. L'accordo sulla tregua è stato raggiunto il 22 febbraio nel corso delle consultazioni russo-americane. Il Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite meno di un'ora prima dell'entrata in vigore del piano per porre fine alle ostilità in Siria, ha adottato la risoluzione 2268, che fissa l'istituzione del regime di tregua nel paese dalla mezzanotte (ora di Damasco) del 27 febbraio.

«Attualmente, i nostri sforzi sono concentrati sulla fornitura di assistenza umanitaria alla popolazione delle zone colpite, così come i centri abitati con le amministrazioni che hanno firmato l'accordo sulla cessazione delle ostilità», ha dichiarato il tenente generale Sergei Rudskoy.

Correlati:

Siria, Unicef: Bene aiuti umanitari russi in zone assediate
Consegna (con il paracadute) degli aiuti umanitari in Siria
Medvedev autorizza stanziamento 2 mln dollari in aiuti umanitari a Siria
Tags:
Aiuti umanitari, Aiuti umanitari russi in Siria, Aiuti della Russia alla Siria, Siria, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook