07:00 24 Agosto 2017
Roma+ 17°C
Mosca+ 15°C
    Cantante ucraina Jamala

    Eurovision, in Russia contano su bocciatura canzone politicizzata dell'Ucraina

    © Sputnik. Ekaterina Chesnokova
    Mondo
    URL abbreviato
    312108524

    La cantante ucraina Jamala rappresenterà il suo Paese all'Eurovision con la canzone intitolata "1944", dedicata alla deportazione dei tatari di Crimea. Alcuni politici russi hanno definito questa mossa un'azione politicizzata e propagandistica.

    Il vicepresidente della commissione della Duma per l'informazione Vadim Dengin spera che gli organizzatori di Eurovision non permettano alla cantante ucraina Jamala di partecipare alla kermesse musicale con la canzone dedicata alla deportazione dei tatari di Crimea: queste performance non fanno altro che politicizzare l'evento.

    Al prossimo concorso canoro "Eurovision-2016" di Stoccolma l'Ucraina sarà rappresentata dalla cantante Jamala con la canzone "1944", dedicata alla deportazione dei tatari della Crimea.

    "Una scelta strana. Sono sicuro che in Ucraina hanno ancora una volta imbrogliato sui voti per gettare fango sulla Russia", — ha detto a RIA Novosti Dengin.

    "La maggioranza dei cittadini ucraini, che non ricevono lo stipendio o nemmeno la pensione, non possono permettersi di guardare Eurovision, perché in primo luogo non possono pagare la bolletta della luce e in secondo luogo non importa nulla di essere su Eurovision," — ha osservato il parlamentare.

    Secondo il politico, la scelta della canzone dimostra la volontà di politicizzare la kermesse.

    "Spero che gli organizzatori di Eurovision non lascino correre questo genere di cose nel loro evento", — ha rilevato il deputato.

    "Eurovisione-2016" si svolgerà a Stoccolma.

    Correlati:

    In Ucraina vogliono bandire la Coca-Cola per una mappa con la Crimea in Russia
    Cambiare i nomi alle città della Crimea? "A Kiev c'è schizofrenia politica"
    Kiev vuole rinominare le città del Donbass e della Crimea
    Crimea, Russia: La questione non esiste, perciò è impossibile discuterne
    Kiev ha ufficialmente sospeso il giro d’affari con la Crimea
    Tags:
    Tatari di Crimea, Russofobia, Musica, Società, Eurovisione, Duma, Vadim Dengin, Jamala, Russia
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik