00:39 16 Dicembre 2017
Roma+ 14°C
Mosca+ 2°C
    Combattente del Daesh a Mosul, Iraq

    I guerriglieri del Daesh potrebbero aver rubato una capsula di iridio-192

    © REUTERS/ Stringer/Files
    Mondo
    URL abbreviato
    8119

    Se l’isotopo radioattivo è finito nelle mani del Daeh, i guerriglieri avrebbero le reali possibilità di creare una bomba con un grande raggio di azione radioattiva.

    I funzionari iracheni sono stati messi in allarme dal furto di un contenitore di iridio-192 da parte dei guerriglieri del Daesh.

    La ricerca del materiale radioattivo si svolge dal novembre dello scorso anno. L'isotopo di iridio era conservato in una speciale valigetta delle dimensioni di un computer portatile nell'edifico protetto nella zona della città di Bars, che è sparita. Sul luogo dell'accaduto non sono state rilevate tracce di effrazione, ha reso noto la Reuters.

    "Temiamo che l'elemento radioattivo sia finito nelle mani del Daesh" ha riferito un alto funzionario del servizio di sicurezza iraniano.

    I funzionari temono che i guerriglieri possano utilizzarlo per la creazione di una bomba capace esporre alle radiazioni territori rilevanti.

    Fin dal principio era stato comunicato che il proprietario del locale protetto dal quale è stato rubato l'iridio-192 è la compagnia di idrocarburi americana Weatherford, nonostante i rappresentanti della società abbiano smentito l'informazione. La società ha fatto sapere di non essere in possesso ne di questi materiali, ne di luoghi dove poterli conservare.

    In conformità con i documenti ufficiali, il materiale radioattivo appartiene alla società turca SGS. Ma non si è riuscito ad ottenere commenti dalla società.

    Il materiale rubato appartiene alla seconda categoria di pericolosità secondo la classificazione AIEA. Questo materiale, che emette raggi gamma, è utilizzato per la ricerca dei difetti nei sistemi di tubazioni per gli idrocarburi.

    Secondo i dati dell'agenzia, Bagdad ha annunciato la scomparsa all'AIEA. Anche Washington è stato informato della sparizione dell'iridio, hanno riferito alcune fonti.

    Precendentemente grandi quantità di iridio-192 sono scomparse in Europa e negli USA.

    Correlati:

    La diplomazia di Mosca sperava di convincere Ankara a non interagire col Daesh
    Daesh, dieci arresti a Bruxelles
    Parigi: Daesh prepara altri grandi attentati in Europa
    Tags:
    ISIS, Isotopo radioattivo, Iridio, Furto, Materiale radioattivo, Iraq
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik