11:56 17 Luglio 2018
Migrants queue on the platform, waiting for a train at Vienna west railway station, Austria September 13, 2015

Austria blinda 12 valichi al confine sud

© REUTERS / Peter Bader
Mondo
URL abbreviato
0 81

Prende corpo il progetto annunciato nelle scorse settimane da Vienna. Reintroduzione dei controlli ai confini italiani e schieramento di polizia ed esercito.

Vienna è pronta alla realizzazione di un sistema di recinzioni e controlli per regolare il flusso di migranti provenienti dai suoi confini sud. Ieri, in occasione di un vertice Euregio con i governatori della regione che comprende il Trentino, l'Alto Adige ed il Tirolo, è stato il ministro degli Interni austriaco Johanna Mikl-Leitner a confermare quanto annunciato nelle scorse settimane. La ministra austriaca ha infatti comunicato che saranno 12 i valichi con l'Italia che nei prossimi giorni saranno presidiati da polizia ed esercito austriaco. Il loro allestimento, che sarà quello classico dei punti di osservazione al confine, prevederà il controllo sul traffico di automezzi, treni e persone.

L'annuncio del ministro austriaco segue l'inasprimento delle politiche di accoglienza di Vienna, che nel 2015 ha accolto quasi 100mila rifugiati ed ha recentemente annunciato di poterne assorbire al massimo la metà in tutto il 2016.

Anche la Croazia sta pensando ad un rafforzamento dei controlli ai confini con la Serbia. I vertici di polizia dei due Paesi infatti, insieme a quelli di Macedonia, Austria e Slovenia si incontreranno domani 18 febbraio a Zagabria per perfezionare una strategia comune, proprio nelle ore in cui avrà inizio un atteso Consiglio Europeo sullo stesso tema. 

Correlati:

Austria propone di espellere la Grecia da Schengen
L’Austria ha deciso di proteggere i suoi confini
Tags:
rifugiati, migranti, profughi, Trattato di Schengen, Controlli alle frontiere, Crisi dei migranti, Consiglio Europeo, Austria
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik