15:45 13 Aprile 2021
Mondo
URL abbreviato
4192
Seguici su

Il mondo non può sopportare un’altra Libia, un altroYemen e un altro Afghanistan. Lo ha dichiarato il Primo ministro russo Dmitri Medvedev alla Conferenza sulla sicurezza di Monaco di Baviera

Il Premier russo Dmitri Medvedev ha annunciato sabato durante la Conferenza di Monaco sulla sicurezza che è necessario preservare l'unità dello stato siriano e non permettere la sua disgragazione per cause confessionali, dato che le conseguenze di questo scenario sarebbero catastrofiche per l'intero Medio Oriente.

"In merito alla Siria, abbiamo lavorato e continueremo a lavorare meticolosamente alla realizzazione delle iniziative collettive mondiali. Saranno complicate, ma non esistono alternative al dialogo internazionale e interreligioso. L'importante è preservare l'unità dello stato siriano e non permettere la sua disgragazione per cause confessionali" ha detto Medvedev.

Il Premier ha sottolineato che "il mondo non può sopportare un'altra Libia, un altroYemen e un altro Afghanistan".

"Le conseguenze di questo scenario sarebbero catastrofiche per tutto il Medio Oriente" ha dichiarato il Primo ministro.

 

Correlati:

Medvedev: le sanzioni contro la Russia non portano a risultati politici
Medvedev: la situazione è drammatica, l'Europa unita non c'è più
Dmitry Medvedev: discussione a Monaco - Diretta
Medvedev: l'invio di truppe guidate da USA in Siria può far saltare i negoziati
Tags:
Trattative inter-siriane, Governo siriano, Conflitto in Siria, Crisi in Siria, dichiarazioni, Commento, situazione in Medio Oriente, Situazione in Siria, Dmitry Medvedev, Monaco, Medio Oriente, Siria, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook