16:58 17 Giugno 2019
Bujumbura, Burundi

Crisi Ruanda – Burundi, Kigali espelle 70mila profughi

© REUTERS / Mike Hutchings
Mondo
URL abbreviato
131

Il provvedimento di espulsione è stato giustificato come risposta al report delle Nazioni Unite in cui il Ruanda viene accusato di aver addestrato i rifugiati burundesi alla guerra civile contro l'attuale Presidente Pierre Nkurunziza.

Al momento non è ancora chiaro dove andranno i circa 70mila cittadini di passaporto burundese attualmente presenti in Ruanda e prossimi, secondo quanto annunciato dal governo di Kigali, all'espulsione. La crisi è stata causata dal report dell'Onu, pubblicato in esclusiva dall'agenzia di stampa britannica Reuters, in cui sono presenti prove del coinvolgimento delle autorità ruandesi nella costituzione di milizie paramilitari armate destinate a rientrare in Burundi per combattere il regime del Presidente Nkurunziza.

La guerra civile in Burundi, è bene ricordare, è scoppiata lo scorso aprile quando il Presidente della Repubblica africana ha deciso di ricandidarsi alla massima carica del paese in spregio della Costituzione che prevede un massimo di due mandati per ogni Capo dello Stato e, soprattutto, dagli accordi di pace siglati nel 2005 che fecero terminare dodici lunghi anni di conflitto interno. La decisione di Nkurunziza di candidarsi per il terzo mandato ha generato forti tensioni, facendo piombare il paese in poche settimane nel caos e aprendo la strada ad una sanguinosa guerra civile che prosegue ancora oggi.

Il governo di Kigali ha reso noto, nelle scorse ore, di rigettare al mittente le accuse mosse dal team delle Nazioni Unite, invitando gli stessi ispettori nuovamente nel paese per procedere con ulteriori verifiche. Le autorità ruandesi, inoltre, hanno annunciato che la pianificazione del trasferimento dei civili in fuga è iniziata nelle scorse ore e che a breve sarranno annunciate le destinazioni.

Secondo i dati forniti dall'Onu sono circa 240 mila i profughi burundesi che, ad oggi, hanno dovuto abbandonare il territorio della Capitale Bujumbura a causa della guerra civile, conflitto che al momento si stima ha provocato l'uccisione di oltre 400 persone.

Tags:
Profughi, espulsione, Burundi, Ruanda
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik