14:37 26 Febbraio 2020
Mondo
URL abbreviato
1119
Seguici su

Il ministro della difesa italiano a proposito dell'imminente dispiegamento di forze dell'Alleanza Atlantica per il contrasto ai trafficanti sulla rotta mediterranea: auspicabile allargamento a Libia.

Pronte a salpare verso il Mar Egeo le tre navi della task force Nato Standing Maritime Group 2. Alla nave da supporto tedesca Bonn e alle fregate turche e canadesi Barbaros e Fredricton, potrebbe poi aggiungersi la Salamis greca, per un'operazione che ha vissuto un'accelerazione dopo l'incontro tra la cancelliera Merkel ed il presidente turco Erdogan.

Positivo il giudizio italiano sulle decisioni assunte in sede Nato.

"L'Italia considera positivo il nuovo impegno della Nato nell'Egeo e torna a chiedere che possa essere esteso anche alle acque prospicienti alla Libia. Lo abbiamo già fatto tempo fa e ieri lo ho chiesto nuovamente, con Spagna, Portogallo e Grecia che hanno condiviso la richiesta".

Così il ministro italiano della Difesa Roberta Pinotti, che ha definito positiva anche l'apertura da parte europea all'estensione delle operazioni di Active Endeavour alle acque davanti alla Libia. 

Correlati:

Migranti, due naufragi nell’Egeo: morti 42 profughi tra cui 17 bambini
Migranti, muoiono sei bambini nel mar Egeo
Naufragio nell'Egeo: morti anche 4 neonati
Tags:
Crisi dei migranti, NATO, Roberta Pinotti, Mar Egeo
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook