04:56 11 Dicembre 2017
Roma+ 15°C
Mosca+ 2°C
    Bandiere degli USA e della Russia

    La Russia per gli USA non è soltanto il principale nemico: è anche un rivale molto “comodo

    © Fotolia/ KLimAx Foto
    Mondo
    URL abbreviato
    3141

    Il progetto di spesa del Pentagono ammonta a 582,7 miliardi di dollari in funzione delle cinque principali minacce: Russia, Cina, Corea del nord, Iran e Daesh. Secondo il politologo Dmitri Zhuravlev, collocando la Russia in testa alla “lista delle minacce”, gli USA si sono attenuti ad alcune considerazioni.

    Ashton Carter
    © REUTERS/ Jonathan Ernst/Files
    Ashton Carter

    Il Pentagono ha richiesto quasi 600 miliardi di dollari a causa delle presunte minacce da parte di Russia, Cina, Corea del Nord, Iran e Daesh. Secondo il segretario della Difesa Ashton Carter, gli USA devono essere pronti a "combattere anche tra 10, 20, 30 anni".

    Secondo il direttore generale dell'Istituto dei problemi regionali, il politologo Dmitri Zhuravlev "la Russia per gli USA non è soltanto il principale nemico: è anche un rivale molto comodo. Primo. Per tradizione: vedono in noi il nemico, che in chiunque altro. Secondo. La Russia è l'unica nazione al mondo che regge il paragone con il potenziale militare degli USA, per questo il paragone è effettivo. Terzo. Non vogliono combattere contro il Daesh. Se il Daesh diventerà il nemico principale, chissà se tra qualche tempo chiederanno: ma dov'è la vittoria? Ma gli USA non hanno interesse a immischiarsi in questa guerra" ha detto Dmitri Zhuravlev in onda a Radio Sputnik.

    l mito della "minaccia russa", secondo lui, è comprensibile e familiare per l'élite politica americana.

    "Questo è caratteristico tanto per la società, quanto per l'elite. Non credo che un semplice cittadino di Detroit si preoccupi tanto dei problemi di politica estera. Questo è un gioco elitario. Ma bisogna ricordare che il mito ha una particolarità: tra qualche tempo inizieranno a governare quelli che li inventano, e non il contrario. È sufficiente ricordare la paranoia del Segretario della Difesa USA: James Forrestal si è buttato dalla finestra al grido Arrivano i russi!"

    3,4 miliardi di dollari saranno spesi per rafforzare la presenza militare in Europa: si tratta di rafforzare tanto l'esercito americano, quanto il supporto per gli alleati della NATO. Secondo Dmitry Zhuravlev, così gli Stati Uniti terranno l'Europa sotto controllo.

    "La NATO non è tanto un'alleanza difensiva, quanto un'alleanza per il controllo dell'Europa da parte degli USA. È nota l'enorme influenza degli Stati Uniti in Germania, in quanto è in gran parte dovuto proprio al lato tecnico-militare. Per questo gli Stati Uniti non possono abbandonare la NATO, indebolirebbe molto il loro controllo. E di conseguenza hanno molto da perdere se l'economia europea sarà indipendente" ha sottolineato Dmitry Zhuravlev.

     

    Correlati:

    Lavrov: la Russia offre agli USA lo schema concreto della soluzione della crisi in Siria
    L’Intelligence USA ha accusato nuovamente la Russia della violazione del Trattato INF
    Gli USA si sottraggono alla reale collaborazione con la Russia per l’antiterrorismo
    Tags:
    ISIS, Opinione, Parere personale, lotta contro il terrorismo, rapporti con la Russia, Iran, Corea del Nord, USA, Cina, Russia
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik