Widgets Magazine
02:11 21 Luglio 2019
Rottami dell'Airbus A321 russo precipitato in Egitto (foto d'archivio)

La pista terroristica dell'incidente dell'Airbus A321 russo in Egitto ha nuovi riscontri

© AP Photo / Suliman el-Oteify
Mondo
URL abbreviato
3180

La versione russa dell'attacco terroristico dell'Airbus A321 precipitato nel Sinai trova nuove conferme, ha affermato in un'intervista con “RIA Novosti” l'ambasciatore della Russia in Egitto Sergey Kirpichenko.

Secondo il capo della missione diplomatica russa nel Paese arabo, "nei media ci sono molte versioni e tentativi di spiegare cosa sia accaduto all'Airbus A321 precipitato nel Sinai".

"Tuttavia ci sono fatti abbastanza chiari. Come è noto, la versione russa dell'incidente è stata riferita da Vladimir Putin. Da allora, nulla è cambiato. Al contrario quello che ha detto il presidente ha trovato nuove conferme, "- ha detto Kirpichenko.

Il più grande disastro nella storia dell'aviazione russa e sovietica si è verificato lo scorso 31 ottobre: l'Airbus A321 della compagnia russa "Kogalymavia", durante il volo da Sharm el-Sheikh a San Pietroburgo è precipitato nel Sinai. A bordo si trovavano 217 passeggeri e 7 membri dell'equipaggio, tutti rimasti uccisi nella sciagura.

Il direttore dei servizi segreti russi (FSB) Alexander Bortnikov aveva dichiarato che si trattava di un attentato terroristico.

Correlati:

Bomba nell'Airbus A321. Putin: troveremo e castigheremo i terroristi
"Kogalymavia": A321 precipitato per via di un impatto esterno
Sospesi tutti i voli dalla Russia verso l’Egitto
Russia pronta a creare con Egitto un centro di lotta contro terrorismo
Tags:
Giustizia, Ambasciata, Indagine sull'A321, Sciagura A321, Sergey Kirpichenko, Egitto, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik