03:57 23 Settembre 2017
Roma+ 12°C
Mosca+ 6°C
    Crimea

    Kiev vuole rinominare le città del Donbass e della Crimea

    © Sputnik. Artem Kreminsky
    Mondo
    URL abbreviato
    81039218

    In Ucraina il programma governativo di decomunistizzazione viene implementato da maggio 2015. Kiev ha intenzione di rinominare le città e i paesi nei territori non controllati del Donbass e della Crimea, che fa parte della Russia a seguito dei risultati del referendum avvenuto nel marzo 2014.

    Le autorità ucraine hanno in programma di rinominare le città e i paesi che si trovano nei territori non controllati del Donbass e della Crimea, entrata a far parte della Russia, ha dichiarato in un'intervista con il portale ucraino "Gazeta.ua" Vladimir Vyatrovich, direttore dell'Istituto nazionale di Memoria.

    Ha osservato che nei centri (circa 600, la maggior parte dei quali si trovano nei territori controllati dalle milizie separatiste) in cui le autorità non hanno condotto le audizioni sulla rinomina e non hanno inviato al Parlamento ucraino le loro proposte di modifica verrà inviato un sollecito da parte della corrispondente commissione parlamentare.

    "Se lo ignoreranno, la ridenominazione avverrà comunque lo stesso, ma su raccomandazione del nostro istituto. Verranno rinominati anche i centri che non sono controllati dalle autorità ucraine. Il discorso riguarda anche la Crimea e parte del territorio del Donbass. La priorità sulla penisola è ridare le antiche denominazioni dei Tatari della Crimea; naturalmente Yalta resterà Yalta, cambieranno nome centri come Komsomolskoye e Lenino", — ha detto Vyatrovich.

    Ha aggiunto che, nell'ambito del programma decomunistizzazione, in Ucraina sono già stati demoliti più di 800 monumenti dedicati a Lenin, mentre altri 700 saranno smantellati a breve.

    La legge "sulla condanna dei regimi comunisti e nazisti", entrata in vigore in Ucraina nel maggio 2015, in particolare prevede la ridenominazione delle città e delle strade dedicate agli uomini dello Stato sovietico.

    L'Istituto di Memoria Nazionale ucraino ha redatto un elenco speciale con 520 figure storiche i cui nomi devono scomparire dalla toponomastica. Secondo l'Istituto, più di 943 centri abitati devono essere rinominati entro la fine del novembre 2016.

    Correlati:

    Poroshenko firma il decreto sulla creazione del servizio la reintegrazione della Crimea
    La risoluzione PACE anti-Crimea? Un nuovo fake di Kiev
    Da oggi sospesi legami commerciali tra Ucraina e Crimea, eccezioni a beneficio di Kiev
    Crimea, Russia: La questione non esiste, perciò è impossibile discuterne
    Kiev ha ufficialmente sospeso il giro d’affari con la Crimea
    Tags:
    Società, Russofobia, Comunismo, URSS, politica interna, governo, Russia, Donbass, Crimea
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik