19:21 16 Agosto 2017
Roma+ 28°C
Mosca+ 21°C
    Ahmet Davutoglu

    Allusione shock di Ankara: servono 20 miliardi di dollari per emergenza profughi

    © REUTERS/ Hadi Mizban/Pool
    Mondo
    URL abbreviato
    14964111

    In Turchia non esiste una città in cui non sia stato accolto un profugo siriano, ha dichiarato il premier della Turchia Ahmet Davutoglu, parlando in occasione della conferenza dei donatori sulla Siria a Londra.

    "Ora in Turchia si trovano 2,5 milioni di profughi siriani. A Kilis solo il 40% della popolazione è turca. Non c'è una città dove non ci sono siriani. Prima della mia partenza per venire qui, sul confine a Kilis c'erano 10mila rifugiati in attesa di entrare, circa 60mila si stanno muovendo verso il confine. Sono costretti a fuggire per i continui bombardamenti della città di Aleppo e Madayi,"- "RIA Novosti" riporta le parole di Davutoglu.

    Davutoglu ha detto che "la Turchia ha speso solo per allestire i centri di accoglienza per i rifugiati, dove si trovano più di 200mila persone, 10 miliardi di dollari," anche se sono necessari altri 20 miliardi $ per fornire ai rifugiati tutto il necessario.

    "Ci sono problemi con gli aiuti umanitari all'interno della Siria. Coloro che ostacolano la fornitura di assistenza umanitaria alle persone che si trovano in Siria commettono un crimine contro l'umanità. Al momento in diverse città in Siria la popolazione non ha accesso all'acqua e al cibo," — ha detto.

    In precedenza l'Unione Europea aveva deciso di stanziare alla Turchia per l'emergenza immigrazione 3 miliardi di euro.

    Correlati:

    I negoziati sulla Siria non sono saltati definitivamente, ma già si cercano i colpevoli
    Tags:
    profughi, Finanze, Politica Internazionale, Crisi dei migranti, Unione Europea, Ahmet Davutoglu, Aleppo, UE, Siria, Turchia
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik