01:08 24 Agosto 2017
Roma+ 23°C
Mosca+ 17°C
    Forze di sicurezza afghane

    I falsi amici dell'Afghanistan

    © AP Photo/ Rahmat Gul
    Mondo
    URL abbreviato
    41588113

    L'esercito americano accusa il comando afghano di inefficienza. Una dei principali problemi delle forze armate afghane è il comando debole. In un'audizione al Congresso degli Stati Uniti ha espresso questo parere il comandante delle forze USA in Afghanistan, il generale John Campbell.

    In un'intervista con l'edizione dari di Sputnik, il deputato del Parlamento afghano e membro della commissione Difesa Ali Akbar Ghasemi ha detto che dalla guerra con i talebani i più colpiti sono gli ufficiali afghani, mentre gli "amici" stranieri del Paese facilitano solo la continuazione di questo conflitto.

    "Dall'inizio delle operazioni per distruggere i terroristi in Afghanistan, la maggior parte delle perdite le registra l'esercito afgano, in risposta i nostri amici stranieri non fanno nulla. L'esercito afghano, contrariamente alle forze internazionali, prende parte agli sforzi onestamente per sconfiggere i talebani, non si tira mai indietro dai combattimenti. Nel 2015 rispetto al 2014 le perdite delle forze armate nazionali sono aumentate del 42%. Nel 2015 abbiamo registrato una perdita media giornaliera di 22 tra soldati e ufficiali dell'esercito afghano. Quello che avviene oggi è colpa degli stranieri. Non sono in grado di combattere i terroristi, così ci scaricano la colpa".

    Un altro nostro interlocutore, la deputata del Parlamento afghano Nazifa Zaki, ha sottolineato: prima di incolpare le armate afghane di inefficienza, è necessario effettuare continue consultazioni con loro per la condotta delle operazioni anti-terrorismo. Ha detto:

    "Gli americani non concordano quasi mai con il nostro esercito le loro operazioni anti-terrorismo in Afghanistan. Tutte queste iniziative, da manuale, dovrebbero essere concordate dalla parte americana prima di tutto con le forze armate nazionali e poi, sulla base di accordi raggiunti, approvate dal governo. Solo in caso di risposta affermativa, è possibile attaccare le posizioni dei ribelli. Altrimenti c'è il rischio di attaccare altri obiettivi non legati al vero scopo. L'eliminazione di ogni organizzazione terroristica è il nostro sogno, perché la nostra gente è stanca della guerra".

    Correlati:

    Obama ha autorizzato l’esercito USA a bombardare il Daesh in Afghanistan
    Afghanistan, la Russia scambia informazioni con i talebani in chiave anti-Isis
    Russia, Afghanistan apprezza supporto russo in processo di pace
    Tags:
    Difesa, Sicurezza, Terrorismo, talebani, Occidente, Esercito, John Campbell, USA, Afghanistan
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik