04:14 20 Agosto 2017
Roma+ 24°C
Mosca+ 18°C
    Combattenti del Daesh

    40 bambini svedesi vivono in in mezzo ai guerriglieri del Daesh

    © REUTERS/ Stringer
    Mondo
    URL abbreviato
    231103

    Molti svedesi andati in Siria e Iraq per aggregarsi al Daesh hanno portato con loro i propri figli. Lo ha reso noto oggi l'emittente Sveriges Radio.

    Secondo il coordinatore nazionale dell'Ufficio Nazionale per la lotta contro le forme di estremismo aggressive, in questo momento nel Daesh si trovano circa 40 bambini svedesi.

    Innanzitutto il problema è rappresentato da donne di cittadinanza svedese che sono partite per la Siria insieme ai propri mariti e figli, e anche madri single, per aggregarsi al Daesh. Succede che le donne vanno via, si sposano con i terroristi e fanno figli insieme. In questo caso il bambino prende automaticamente la cittadinanza svedese, se è con la madre. Tuttavia di questi bambini si sa poco, sicché la cifra stimata (40) probabilmente non corriscponde alla realtà, ha detto a Sverige Radio Yassin Ekdahl, portavoce dell'Ufficio Nazionale per la lotta contro le forme di estremismo aggressive

    Alcuni di questi bambini sono tornati in Svezia. Vivendo in mezzo ai guerriglieri, hanno assistito più volte a scene di violenza oppure loro stessi vi sono stati sottoposti.

    Correlati:

    Possibili infiltrazioni Daesh tra i migranti a Lampedusa
    L’esercito siriano arriva a Deir el-Zor e il Daesh subisce gravi perdite
    Olanda invierà caccia in Siria a supporto coalizione USA vs Daesh
    Isis, UK: Daesh vuole creare forza di mare per lanciare attacchi in Mediterraneo
    Tags:
    Supporto ai terroristi, Minaccia terrorismo, Violenza, Bambini, terrorismo, Daesh, Svezia, Iraq, Siria
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik