22:36 25 Febbraio 2018
Roma0°C
Mosca-15°C
    Il primo ministro britannico David Cameron e il presidente del Consiglio Europeo Donald Tusk.

    Brexit, fumata grigia dopo incontro Tusk-Cameron

    © AP Photo/ Adrian Dennis
    Mondo
    URL abbreviato
    0 10

    Il presidente del Consiglio europeo al termine del vertice UE-UK tenutosi a Downing Street ieri: altre 24 ore di colloqui.

    Si è concluso con un nulla di fatto l'atteso incontro che ieri ha visto di fronte il presidente del Consiglio europeo Donald Tusk ed il primo ministro inglese David Cameron. Oggetto dell'incontro tenutosi al numero 10 di Downing Street il negoziato tra UE e Regno Unito per la sua permanenza nell'Unione europea.

    Al termine del vertice Tusk ha fatto sapere con un tweet di non avere raggiunto un accordo, rimandando di altre 24 ore la comunicazione ufficiale delle proposte UE di cui in questa circostanza è portavoce. A dare invece il senso dell'incontro è stata la stampa britannica, che in queste ire ha riportato le ragioni dello stallo nella trattativa per il rinnovo della convenzione UK con l'Unione.

    Se da una parte infatti Cameron avrebbe già ottenuto risposte soddisfacenti da parte di Bruxelles su tre delle quattro richieste principali, problemi sarebbero sorti sulla definizione di quello che è stato già ridefinito "freno di emergenza", ossia la possibilità di sospendere i benefici che il welfare britannico garantisce attualmente ai cittadini europei che si trasferiscono in Regno Unito. Nonostante i passi avanti fatti dalla Commissione UE, che avrebbe concesso questa possibilità in casi eccezionali e limitati nel tempo, ci sarebbe stato ancora un no da parte di Cameron, che, dovendo evidentemente tenere conto delle posizioni dei comitati per il sì all'uscita dall'UE, ha chiesto che il meccanismo di emergenza sia illimitato e possa venire introdotto subito dopo l'esito del previsto referendum sulla Brexit, in programma entro la fine del 2017.

    Correlati:

    Brexit, David Cameron vola a Bruxelles
    Tusk: per salvare Schengen serve rafforzare i controlli alle frontiere della UE
    Tusk: Crisi migranti può distruggere Schengen
    Regno Unito, preparativi di Brexit
    Tags:
    Brexit, Crisi dei migranti, Incontro, Consiglio Europeo, David Cameron, Donald Tusk, Gran Bretagna, UE
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik