02:17 25 Giugno 2018
Eroina

"La cooperazione internazionale è fondamentale" per sconfiggere in narcotraffico

© flickr.com / UK Ministry of Defence
Mondo
URL abbreviato
1 0 0

Nella mattina di venerdì 29 gennaio il Sottosegretario Cosimo Ferri ha presieduto una conferenza congiunta italo-russa sul contrasto al narcotraffico internazionale.

L'evento si svolge nell'ambito delle attività del gruppo di studio costituito dall'Istituto di Studi Eurasiatici, presieduto da Franco Frattini, e dal Servizio Federale per il contrasto al narcotraffico della Federazione Russa. All'incontro, aperto dal ministro Andrea Orlando, cui ha partecipato anche il ministro Viktor Ivanov, sono stati discussi i maggiori problemi legati alla droga. Le nuove rotte internazionali del narcotraffico, i legami con terrorismo e criminalità organizzata, i costi socioeconomici degli stupefacenti.

"La cooperazione internazionale è fondamentale" ha detto Ferri, "non solo quella giudiziaria e di polizia nelle azioni di contrasto, ma anche la definizione di una linea politica comune, determinata a sconfiggere questo cancro che minaccia i nostri giovani e la nostra società".

Le strategie messe in atto negli ultimi anni, ha continua il Sottosegretario, pur producendo risultati, non sono sufficienti.

"Occorre andare a colpire l'indotto criminale, patrimoni e denaro frutto di narcotraffico ed è fondamentale provvedere alla riconversione delle zone di produzione degli stupefacenti". 

Ferri ha concluso ringraziando il Ministro Orlando per la sensibilità verso il tema è per il costante impegno nel promuovere la cooperazione internazionale".  I risultati di questo incontro saranno inseriti nel documento congiunto italo-russo che sarà presentato all'ONU a Vienna nel mese di marzo.

Tags:
Criminalità organizzata, droga, Istituto di Studi Eurasiatici, Cosimo Ferri
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik