16:24 21 Ottobre 2020
Mondo
URL abbreviato
120
Seguici su

Arrestato nel parco divertimenti della capitale francese un uomo, trovato in possesso di due armi e diverse munizioni. Smentito il ritrovamento di un Corano nei bagagli del fermato.

Hanno funzionato a dovere i sistemi di sicurezza del parco di divertimenti Disneyland a Parigi. Nel tardo pomeriggio di ieri le agenzia di stampa francesi hanno battuto la notizia dell'arresto di un uomo, fermato all'ingresso di uno degli alberghi della struttura perchè in possesso di due armi e diverse munizioni nel proprio bagaglio a mano.

E se da una parte le forze di sicurezza chiamate da mesi a rafforzare il sistema dei controlli in una Francia in cui lo stato di emergenza nazionale non è ancora stato revocato, a montare ancora una volta è stata la psicosi dell'attentato di stampo fondamentalista.

Da subito infatti i media locali hanno riferito che all'esito della perquisizione l'uomo sarebbe stato trovato in possesso di un Corano; circostanza che in questi mesi seguiti agli assalti del 13 novembre è in grado di evocare lo spettro del fondamentalismo islamico. Niente di tutto questo: nel corso dell'interrogatorio, la persona fermata, incensurata e non schedata dalla polizia transalpina, ha dichiarato di avere con sé le armi perchè preoccupato per la sua sicurezza. Insieme all'uomo c'era nel parco parigino una donna che, in un primo momento, avrebbe tentato la fuga. Rintracciata poche ore dopo, è stata arrestata e condotta davanti al giudice per l'interrogatorio di garanzia.

Il caso, fanno sapere fonti del ministero degli Interni francese, è trattato al momento dalla polizia e non dall'anti terrorismo ed è stato classificato come reato di delinquenza comune. 

Correlati:

Francia, evacuate sei scuole a Parigi a seguito di allarmi bomba
Gli attentatori di Parigi in video Daesh: vi colpiremo ovunque
Daesh, i ministri della Difesa della Coalizione si incontrano a Parigi il 20 gennaio
Parigi, attacchi organizzati in 3 covi in Belgio
Tags:
arresto, Disneyland, Francia, Parigi
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook