08:53 17 Dicembre 2017
Roma+ 3°C
Mosca+ 8°C
    Tripoli, Libia

    Libia, Tobruck boccia il governo di unità

    © Foto: wikimedia.org
    Mondo
    URL abbreviato
    591

    Prima battuta d'arresto nel delicatissimo processo di pacificazione nazionale in Libia, dove Daesh è sempre più minaccioso: sì a intesa politica ma si cambi la lista dei ministri.

    Primo stopm, per certi versi annunciato, per il governo al Sarray. Il parlamento di Tobruck, chiamato ad esprimersi sulla lista di ministri presentata dal premier in pectore, incaricato di guidare l'esecutivo di unità nazionale libico, ha infatti bocciato i 32 nomi proposti da al Sarray, che a questo punto ha dieci giorni per presentare, questa la richiesta fatta da Tobruck ieri, una rosa di soli 17 ministri.

    Per altro verso, l'assemblea di quello che attualmente è l'unico parlamento libico riconosciuto a livello internazionale, ha votato sì alla ratifica degli accordi di Skhirat, dove lo scorso 17 dicembre si è arrivati alla firma per il governo di unità nazionale, con la sola eccezione di un delicato articolo contenuto nelle disposizioni supplementari, riguardante la controversa figura del comandante delle Forze Armate, il generale Haftar, che una larga parte del parlamento di Tobruck vorrebbe a capo del ministero della Difesa, diversamente da quanto indicato da al Sarray nella lista respinta ieri. 

    Correlati:

    Italia pronta a raid in Libia
    Libia, l’Occidente discute mentre Daesh pericolosamente avanza
    Al Qaeda contro l'Italia: Ha occupato Libia, se ne pentirà
    Libia, Germania non esclude intervento militare
    Libia, trasferiti in Italia feriti attentato Zliten
    Tags:
    crisi in Libia, Libia
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik