06:12 23 Ottobre 2017
Roma+ 14°C
Mosca0°C
    Lo stabilimento a Parigi da anni inquina ambiente. Basterà un po’ di “economia verde”, o di “sviluppo sostenibile” per scongiurare la catastrofe?

    Riscaldamento globale, il 2016 anno cruciale

    © Foto: JOEL SAGET
    Mondo
    URL abbreviato
    245701

    Studio condotto dall'Università di Potsdam, in Germania, rivela come la costante crescita delle temperatura sulla Terra non possa essere stata determinata da cause solo naturali, ma sia strettamente legata alle attività antropiche.

    Il dato da cui muove la ricerca dell'Università di Potsdam, in Germania, è da brividi: tredici dei quindici anni più caldi da quando le temperature vengono registrate (ovvero 150 anni) sono stati registrati tra il 2000 ed i 2014. E questo, secondo il professor Stefan Rahmstorf, docente presso l'Istituto di ricerca per l'impatto climatico di Potsdam, nei pressi di Berlino, può essere accaduto solo a causa delle forsennate attività inquinanti dell'uomo che hanno modificato profondamente l'ecosistema terrestre.

    "Le variazioni climatiche naturali semplicemente non possono spiegare questo continuo aumento della temperatura — ha affermato Rahmstorf — cosa invece possibile se si prende in considerazione l'attività umana. Dalla nostra ricerca emerge che le ondate di calore e di gelo, che hanno provocato la perdita di tante vite umane e costi per l'economia mondiale eccezionali sono state provocate proprio dall'interferenza delle attività antropiche nell'ecosistema terrestre".

    Nelle scorse ore i dati resi noti dagli scienziati di Potsdam sono stati confermati dall'Organizzazione mondiale del clima dell'Onu (la Wmo), che ha ribadito come i record negativi relativi all'innalzamento della temperatura siano stati registrati dopo l'inizio degli anni 2000.

    "Abbiamo superato di un grado la temperatura registrata nell'epoca pre industriale — ha commentato Petteri Taalas, segretario del Wmo —. È un momento difficile per noi e per il nostro pianeta".

    Correlati:

    Accordo sul clima non vincolante per i Paesi sottoscrittori
    Tags:
    clima, Riscaldamento, Cambiamenti climatici, ONU, Organizzazione mondiale del clima dell'ONU, Germania
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik