06:17 23 Ottobre 2017
Roma+ 14°C
Mosca0°C
    BRICS

    Russia, al via prima riunione paesi Brics su temi del lavoro e occupazione

    © Sputnik.
    Mondo
    URL abbreviato
    0 401100

    Ministro Topilin: L'incontro di Ufa si concentrerà su tre temi, alta qualità e occupazione disponibile per tutti, facilitazione nella ricerca del lavoro e mobilità.

    La prima riunione dei ministri del Lavoro e dell'Occupazione dei paesi Brics si concentrerà sulla creazione di posti di lavoro di qualità e sulla promozione di occupazione accessibile a tutti. Lo ha riferito il ministro del Lavoro e della Protezione Sociale Maxim Topilin. L'incontro si terrà il 25-26 gennaio nella città russa di Ufa.

    "L'incontro di Ufa si concentrerà su tre temi principali. Questi sono l'alta qualità e l'occupazione disponibile per tutti, la facilitazione nella ricerca del lavoro e la mobilità", ha detto Topilin.

    Le parti discuteranno anche della formalizzazione del mercato del lavoro — il passaggio dalla occupazione informale a quella formale — e dello scambio delle informazioni tra i paesi Brics su lavoro e l'occupazione.

    Dopo la riunione, secondo il ministro, i partecipanti rilasceranno una dichiarazione congiunta che verterà sui temi dell'aumento dell'occupazione, il miglioramento della protezione sociale nel lungo periodo, la garanzia di crescita del reddito e la riduzione delle tensioni sociali sul lavoro.

    Il Brics è l'unione di cinque economie che comprende Russia, Brasile, India, Cina e Sud Africa. Il vertice si è già tenuto a Ufa lo scorso 9-10 luglio. Durante l'evento, le parti avevano concordato una serie di progetti e iniziative comuni, tra cui quelle relative ad energia, finanziamento e investimenti, e una più stretta cooperazione in vari formati.

    Correlati:

    Giovani giornalisti BRICS potranno dare uno sguardo al lavoro di Sputnik
    “I BRICS continuano a rafforzare la loro influenza nel mondo”
    Tags:
    Occupazione, Lavoro, Incontro BRICS, Riunione, BRICS, Ufa, Russia
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik