06:05 23 Ottobre 2017
Roma+ 14°C
Mosca0°C
    migranti

    Razzismo in UK, il caso delle porte rosse

    © AP Photo/ Francois Mori
    Mondo
    URL abbreviato
    136330

    Nel nordest del Regno Unito gli appartamenti assegnati ai rifugiati presi di mira da gruppi xenofobi. Il Times: apartheid come ai tempi del nazismo.

    Saranno ridipinte con altri colori in modo da renderle indistinguibili rispetto alle altre, le porte delle abitazioni destinate ai rifugiati accolti in Regno Unito in questi mesi, dopo la denuncia del quotidiano The Times. A sollevare il caso delle "porte rosse", come è stato giornalisticamente ribattezzata la vicenda degli appartamenti di una città del nord-est dell'Inghilterra, è stato il quotidiano londinese, che ha riferito in questi ultimi giorni di una serie di assalti e atti vandalici nella città di Middlesbrough, dopo che gruppi xenofobi e di estrema destra hanno preso di mira le porte rosse di una serie di appartamenti messi a disposizione dal ministero degli Interni UK ai richiedenti asilo arrivati in città.

    Il caso, che ha fatto parlare in Regno Unito di apartheid come i tempi della stella gialla che gli ebrei erano costretti ad esibire ai tempi del nazifascismo, è stato portato da un deputato locale fino a Westminster, dove c'è stato l'intervento del governo Cameron.

    Il sottosegretario all'Immigrazione James Brokenshire, che si è detto fortemente preoccupato, ha annunciato una serie di ispezioni, invitando la società di costruzioni che ha realizzato le abitazioni per conto del ministero degli Interni a ridipingere le porte degli appartamenti. 

    Correlati:

    Alla Polonia bastano i migranti ucraini
    I “Soldati di Odino” raccontano come proteggono le strade della Finlandia dai migranti
    Migranti, Germania: La Turchia gioca un ruolo chiave per la soluzione della crisi
    L'impotenza della polizia tedesca di fronte ai migranti è “l'assurdo liberale”
    Leggi contro i migranti in Germania. Non è troppo tardi?
    Tags:
    Migranti, xenofobia, Crisi dei migranti, Gran Bretagna
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik