07:53 24 Ottobre 2017
Roma+ 6°C
Mosca-3°C
    Jihadista di ISIS

    Daesh distrugge il più antico monastero cristiano in Iraq

    © flickr.com/ Zoriah
    Mondo
    URL abbreviato
    0 21508

    La distruzione del luogo sacro, edificato intorno al 600 d.C. su una collina che sovrasta Mosul, svelato dall'Associated Press: usati bulldozer ed esplosivi per raderlo al suolo.

    Alcune immagini satellitari di Mosul, commissionate dall'agenzia Associated Press alla società Digitalglobe, hanno permesso in queste ore di scoprire la completa distruzione del più antico monastero cristiano in Iraq da parte del Daesh, che controlla la provincia di Ninive e proprio a Mosul ha la sua roccaforte in Iraq.

    Dair Mar Elia, questo il nome arabo del luogo sacro dedicato al monaco cristiano assiro Sant'Elia, è stato infatti raso completamente al suolo, presumibilmente attraverso l'uso di bulldozer ed esplosivi: delle 25 stanze ancora intatte e riconoscibili che avevano resistito alle intemperie per oltre 1.400 anni, non resta oggi che un cumulo di macerie.

    La distruzione del sito archeologico cristiano risalirebbe 2014, tra i mesi di agosto e settembre, ma solo grazie alle immagini diffuse in questi giorni dall'AP si è venuti a conoscenza dell'ennesimo scempio ai danni di un sito archeologico cristiano da parte dei miliziani del Daesh che, oltre agli oltre 18mila civili uccisi in Iraq negli ultimi due anni, avrebbe secondo le stime degli esperti distrutto almeno 100 siti archeologici e religiosi tra Iraq e Siria. 

    Correlati:

    Obama ha autorizzato l’esercito USA a bombardare il Daesh in Afghanistan
    Deir el-Zor, Daesh libera 270 ostaggi
    Colpiti dai caccia russi 57 obiettivi del Daesh nell'ultimo giorno in Siria
    Tags:
    ISIS, Iraq
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik