02:27 20 Settembre 2017
Roma+ 12°C
Mosca+ 10°C
    Caccia russo Su-25 in Siria

    L’aeronautica russa ha colpito in Siria quasi 600 obiettivi dei terroristi in 4 giorni

    © Sputnik. Dmitry Vinogradov
    Mondo
    URL abbreviato
    151025180

    Gli aerei militari russi negli scorsi quattro giorni hanno colpito in Siria quasi 600 obiettivi infrastrutturali dei terroristi. Lo ha comunicato martedi ai giornalisti il rappresentante del ministero della difesa russo generale maggiore Igor’ Konashenkov.

    "Negli scorsi quattro giorni, gli aerei militari russi in Siria hanno eseguito 157 bombardamenti su 579 obiettivi terroristici nelle province di Aleppo, Deir el-Zor, Khoms, Khama, Rakka e Latakia", ha detto Konashenkov.

    Secondo il rappresentante del ministero della difesa, i velivoli militari hanno distrutto alcuni punti d'appoggio del Daesh nella provincia siriana di Latakia, circa 20 guerriglieri e 4 jeep con mitragliatrici. Nella provincia di Deir el-Zor, dove il Daesh ha commesso l'esecuzione di massa di civili, sono stati distrutti alcuni punti di appoggio dei terroristi.

    Oltre 40 tonnellate di aiuti umanitari sono stati paracadutati nelle regioni assediate dai guerriglieri in Siria. Secondo Konashenkov, nella composizione delle razioni secche e alimenti a lunga conservazione sono stati consegnati al governo siriano.

    Konashenkov ha sottolineato che i terroristi spesso organizzano bombrdamenti provocatori dei civili per poi accusare le truppe governative siriane.

    Correlati:

    Scuola turca bombardata da posizioni del Daesh in Siria: artiglieria di Ankara risponde
    “I raid della Russia in Siria impediscono ai terroristi di entrare nell'Iraq meridionale”
    Imbarazzanti le parole di Parigi sulle priorità della Russia in Siria
    Consegna (con il paracadute) degli aiuti umanitari in Siria
    Tags:
    Distruzione obiettivi terroristici, Aiuti umanitari russi in Siria, lotta contro il terrorismo, terrorismo, Bombardamento aereo, Bombardamenti in Siria, Latakia, Siria, Siria
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik