21:30 21 Ottobre 2017
Roma+ 18°C
Mosca+ 0°C
    Drone nordcoreano sulla base del modello americano MQM-107D Streaker alla parata del 60° anniversario della fine della Guerra di Corea

    Guerre di droni: la minaccia nordcoreana

    © Sputnik. Илья Питалев
    Mondo
    URL abbreviato
    212489280

    La scorsa settimana Pyongyang ha inviato un drone in Corea del Sud e, nonostante i tentativi di abbatterlo, in modo sicuro lo ha riportato in patria.

    I droni nordcoreani hanno catturato l'attenzione dei media abbastanza di recente, anche se da oltre 25 anni sono a disposizione delle forze armate di Pyongyang.

    Secondo una ricerca condotta dall'analista militare americano Joseph Bermudez, i primi droni sono stati acquistati dalla Corea del Nord verso la fine degli anni '80 in Cina. Si trattava dei droni di ricognizione telecomandati a distanza D-4.

    Alla fine del 1993, secondo i servizi segreti della Corea del Sud, Pyongyang aveva lanciato la produzione dei suoi primi modelli del drone D-4, conosciuti come "Panhёn" e poi "Panhёn-2." Questi dispositivi sono ancora il perno della flotta di droni della Corea del Nord. Su questa base già allora si sarebbero potuti testare e progettare i primi droni d'assalto con armi nucleari o biologiche.

    Secondo Bermudez, la Corea del Nord nel 1994 ha avuto accesso alle informazioni tecniche sui droni in dotazione all'esercito siriano, tra cui i droni superveloci sovietici Tu-143, "Reys" a motore turbogetto. Inoltre nel 1994 in Russia erano stati acquistati 10 droni di ricognizione "Pchela-1T", presumibilmente nel loro modello di esportazione modificato "Shmel-1".

    Nel febbraio 2012 una fonte militare aveva riferito all'agenzia "Yonhap" che la Corea del Nord stava sviluppando un drone d'attacco ad alta velocità basato sul velivolo senza pilota americano MQM-107D "Streakers", utilizzato durante i test missilistici teleguidati. Era stato acquistato in uno dei Paesi del Medio Oriente, probabilmente in Siria o in Egitto.

    Già nell'aprile 2012, durante una parata militare a Pyongyang, erano stati mostrati i primi modelli modificati della Corea del Nord, simili al drone americano, ma notevolmente rielaborati.

    Nel marzo 2013 è stato dimostrato l'utilizzo in fase di combattimento: nelle immagini si può vedere come 3 droni decollino dalle loro postazioni, apparentemente sulla base del carrello ZIL-130, dopodichè alcuni si scagliano contro obiettivi aerei, altri colpiscono target collocati in montagna.

    Un anno dopo, nell'aprile 2014, in Corea del Sud sono stati trovati i resti di 3 droni "in miniatura", che erano riusciti ad immortalare decine di foto e filmati di obiettivi strategici di Seul.

    Si presentavano come una modifica dei droni civili cinesi Sky-09 e UV10, ma come la Corea del Nord sia riuscita a costruire sulla loro base dei velivoli d'intelligence resta un mistero.

    Il ministero della Difesa della Corea del Sud stimava allora che Pyongyang disponesse di una flotta di 300 droni di ricognizione "Panhёn-1" e "Panhёn-2", meno di 10 droni d'attacco e circa 10 droni russi "Shmel-1".

    Dopo la scoperta dei droni in "miniatura", la Corea del Sud ha implementato un sistema radar per rilevare bersagli a bassa quota. Tuttavia, è possibile che siamo ancora molto lontani dal sapere il programma di velivoli senza equipaggio della Corea del Nord. Quali altri assi nella manica ha la Corea del Nord?

    Correlati:

    Giappone esorta USA e Corea del Sud a reagire insieme vs test nucleare di Pyongyang
    Militari Corea del Sud hanno sparato colpi di avvertimento vs drone di Pyongyang
    USA pronti a schierare altre truppe in Corea del Sud
    USA valutano invio portaerei nucleare in Corea del Sud come avvertimento per Pyongyang
    Venti di guerra in Corea: al confine Seul schiera l'artiglieria e riprende propaganda
    Seul aumenta al massimo l’allerta militare nella zona di confine con la Corea del Nord
    La Corea del Nord ha testato con successo la bomba all'idrogeno
    Tags:
    Difesa, Sicurezza, drone, Aviazione, Corea del Sud, Penisola coreana, Corea del Nord
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik