08:27 27 Ottobre 2020
Mondo
URL abbreviato
32522
Seguici su

Da sabato l’Ucraina ha sospeso l’interscambio con la Crimea, vietando le forniture di qualsiasi merce, lavoro e servizi “sotto tutti il regimi doganali”.

Nel divieto non rientrato gli oggetti personali dei cittadini e i prodotti di valore sociale. Tra questi: pane, latte, pasta e grasso. Altresì in Ucraina possono ancora aver luogo forniture di "prodotti di importanza strategica per l'economia e la sicurezza".

L'efficacia del documento non si estende alla fornitura di energia elettrica dalla Crimea all'Ucraina e viceversa.

Le autorità ucraine hanno sospeso del tutto i collegamenti aerei e ferroviari, le autolinee e il trasporto merci con le regioni russe. Inoltre, sono stati sospese le forniture di acqua dal bacino del Dnepr, alimentari ed energia elettrica.

Il governo ucraino ha approvato il decreto sul divieto di forniture della maggior parte delle merci alla Crimea il 17 dicembre 2015.

Correlati:

La Russia ha deciso che non venderà più energia elettrica all’Ucraina
L’Ucraina spenderà 500 milioni di dollari in armamenti
Poroshenko: Ucraina può fare a meno del gas della Russia
Tags:
Crimea, Forniture, Import-export, Affari, energia elettrica, Economia, Sospensione affari tra Ucraina e Crimea
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook