17:29 19 Luglio 2018
Petr Poroshenko

Ucraina, Poroshenko si dimentica la lingua di stato e chiede aiuto in russo

© AFP 2018 / Genya Savilov
Mondo
URL abbreviato
8283

Durante una grande conferenza stampa, il presidente Petr Poroshenko ha dovuto chiedere un “aiutino” sulla lingua ucraina.

A quasi 2 anni trascorsi dal colpo di stato in Ucraina, con sorprendente regolarità si verificano eventi che dimostrano l'assoluta artificialità e innaturalità di tutti questi processi in atto nel Paese.

Letteralmente incantati, gli ucraini rinunciano aggressivamente al proprio passato e presente, per il gusto di un futuro incerto e surreale diventando ciò che non sono.

La maggior parte della conferenza stampa del presidente ucraino, svoltasi nella giornata di ieri non è stata imprevedibile come secondo le attese. Petr Poroshenko, come se stesse imitando il presidente di un Paese vicino il cui nome è citato nei media ucraini più dei politici ucraini, ha iniziato la conferenza stampa con un ritardo di 15 minuti.

Dopodichè ha ripetuto il solito jingle sull'occupazione del Donbass e sul suo ritorno inevitabile in Ucraina entro quest'anno e sul ritorno della Crimea, tuttavia relativamente alla penisola restano non chiari i tempi.

Poroshenko ha promesso di nuovo di lasciare le sue attività imprenditoriali, tuttavia ora non si parla più di vendita.

Durante la presidenza, l'amministrazione della società "Roshen" verrà trasferita "ad un trust indipendente".

Ma improvvisamente nel corso della conferenza stampa è emerso un episodio emblematico della situazione attuale in Ucraina.

Poroshenko discuteva di come non avesse bisogno di alcun consigliere finanziario. Mentre parlava improvvisamente si è fermato. Dopo una breve pausa, si è rivolto al suo addetto stampa Svyatoslav Tsegolko e in perfetto russo gli ha chiesto:

— Come si dice da noi "portafoglio"?

Il suo portavoce gli ha risposto prontamente. Dopodichè Poroshenko ha continuato il suo discorso.

I giornalisti ucraini si sono comportati come se non fosse successo niente. Ma in realtà questo piccolo episodio dimostra emblematicamente e chiaramente l'innaturalezza di quanto sta accadendo in Ucraina.

Dimenticare una parola nella propria lingua madre è difficile. Può avvenire solo in due casi: o la lingua non è parlata dalla nascita o di recente è usata molto meno frequentemente rispetto ad un'altra.

Correlati:

Invidioso di Putin e ossessionato dalla Russia, Poroshenko fa una figuraccia su Twitter
Consigliere di Poroshenko definisce i russi “piccoli e odiosi insetti”
Poroshenko: Ucraina può fare a meno del gas della Russia
Ucraina, “folli le parole di Poroshenko su perdita zona di libero scambio con Russia”
Tags:
Petro Poroshenko, politica interna, Società, lingua russa, Incidente
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik