22:18 15 Agosto 2018
Polizia turca

I legami con il Daesh del cittadino russo arrestato in Turchia erano già noti in Russia

© AFP 2018 / OZAN KOSE
Mondo
URL abbreviato
1100

I collegamenti con il Daesh del cittadino russo arrestato ad Antalya, erano già ben noti. Lo ha detto giovedi il portavoce del Ministero degli Esteri Maria Zakharova.

Lunedi, le forze dell'ordine turche hanno arrestato tre cittadini russi sospettati di coinvolgimento nelle attività del Daesh. Essi sono stati arrestati ad Antalya dopo l'attacco terroristico a Istanbul che ha ucciso 10 persone e ne ha ferito 15.

È emerso che tra i cittadini russi arrestati in Turchia c'è Aydar Suleymanov, che il 10 agosto 2015 era stato accusato in Russia di coinvolgimento nel Daesh, come ha dichiarato il portavoce ufficiale del Ministero degli Esteri Maria Zakharova.

"Vorrei sottolineare che i suoi rapporti con il Daesh erano ben noti a tutti quei paesi che collaborano con l'Interpol, compresa la Turchia, in quanto la richiesta, presentata dalla Federazione russa in relazione alle accuse dei legami di questa persona con il Daesh, era ufficiale e ha passato tutte le procedure necessarie ", ha detto Zakharova durante un briefing.

"Questo è proprio il caso in cui l'accusa di attività terroristiche in Russia, gli estremisti, purtroppo, nel corso di tanti anni — lo vediamo — si sono sentiti del tutto a proprio agio nel territorio di una serie di paesi stranieri", ha sottolineato il portavoce del Ministero degli esteri russo.

Correlati:

Dopo l’attentato terroristico a Istanbul, Ankara rivedrà il suo rapporto con il Daesh?
Italia e Russia, dialogo per sconfiggere il Daesh
Turchia, Consolato conferma arresto cittadini russi sospettati di aderire al Daesh
Tags:
lotta contro il terrorismo, Minaccia terrorismo, Affari con il Daesh, terrorismo, Collegamenti con il Daesh, arresti, Arresto cittadino russo in Turchia, Turchia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik