01:54 27 Novembre 2020
Mondo
URL abbreviato
1200
Seguici su

La Russia ha ricevuto l'anticipo dall'Iran per la fornitura delle componenti del sistema missilistico antiaereo S-300, inoltre Teheran ha ritirato la sua denuncia contro la Russia nella Corte Internazionale di Arbitrato, ha riferito il vice premier russo Dmitry Rogozin.

"Le consegne degli S-300 sono definite dal contratto. E' stato firmato l'anno scorso. Le consegne iniziano con la ricezione dei pagamenti. Ora sono stati versati i fondi nei conti delle corrispondenti organizzazioni russe, il contratto viene implementato," — ha detto Rogozin, segnala RIA Novosti.

Secondo il vice premier, l'esposto dell'Iran contro la Russia in connessione con la mancata consegna degli S-300 è stato ritirato.

"Stiamo ricevendo la garanzia di Teheran della revoca dell'azione legale a seguito delle mancate consegne," — ha detto.

La Russia e l'Iran avevano firmato nel 2007 un contratto per la fornitura dei sistemi di difesa aerea S-300 dal valore di circa 900 milioni di dollari. Tuttavia, dopo l'adozione della risoluzione №1929 del Consiglio di Sicurezza dell'ONU, che prevedeva l'imposizione di sanzioni contro l'Iran, l'allora presidente Dmitry Medvedev aveva firmato un decreto per sospendere l'esecuzione del contratto. In risposta l'Iran aveva inoltrato una denuncia all'Arbitrato internazionale contro la Federazione Russa. Ora le parti stanno negoziando il ritiro di questo esposto.

Correlati:

Russia avvia implementazione accordo con Iran su sistemi di difesa antiaerea S-300
Russia ha firmato con l'Iran contratto per fornitura dei sistemi di difesa aerea S-300
Tags:
Giustizia, Economia, Politica Internazionale, Difesa, Sicurezza, Missili S-300, Accordo con Iran, Dmitry Rogozin, Iran
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook