03:14 21 Maggio 2018
Roma+ 16°C
Mosca+ 6°C
    U.S. President Barack Obama delivers remarks on a nuclear deal with Iran at American University in Washington August 5, 2015

    Obama: le armi da fuoco sono “una nostra responsabilità comune”

    © REUTERS / Jonathan Ernst
    Mondo
    URL abbreviato
    0 0 0

    Il New York Times pubblica l'appello del presidente degli Stati Uniti Barack Obama all'America.

    "L'epidemia della violenza delle armi nel nostro Paese è un'autentica crisi. Morti e feriti causati dalle armi da fuoco sono una delle minacce più gravi alla salute e alla sicurezza del popolo americano".

    E' quanto si legge nell'appello del presidente degli Stati Uniti, Barack Obama, all'America pubblicato ieri dal New York Times.

    Ogni anno, negli Stati Uniti 30mila persone perdono la vita a causa dell'abuso delle armi da fuoco. Si tratta, secondo Obama, di "una nostra responsabilità comune". Certo che "una riforma di buon senso del settore non potrà giungere da questo Congresso", il presidente americano si è visto costretto a ricorrere ai propri poteri esecutivi.

    "Martedì ho annunciato nuovi passi che intendo intraprendere in virtù della mia autorità di diritto per proteggere il popolo americano e tenere le armi lontane dalle mani dei criminali e degli individui pericolosi", ha annunciato Obama. I rivenditori di armi saranno obbligati a "condurre controlli dei precedenti a carico degli acquirenti", verrà facilitato l'accesso alle cure mentali e si assisterà allo sviluppo di tecnologie per la sicurezza delle armi da fuoco.

    Infatti, secondo il presidente americano, l'industria delle armi e "in particolare i produttori" hanno l'obbligo di perseguire standard di sicurezza sempre più efficaci nei loro prodotti. Lo stesso Obama si impegna, "come cittadino", a non votare né a promuovere un candidato che non sostenga una riforma del business delle armi.

    "Il cambiamento è difficile e non avviene in una notte", continua il presidente, ma "questi momenti incarnano la democrazia americana e il meglio del popolo americano". "Se anche una sola vita verrà risparmiata, lo sforzo non sarà stato vano", conclude Obama, il cui obiettivo è quello di consegnare "un paese più saldo e sicuro ai nostri figli".

    Correlati:

    Le lacrime di Obama
    Obama rischia di passare alla storia degli Stati Uniti come "anatra zoppa"
    La peggiore eredità di Obama? I rapporti rovinati con la Russia
    Tags:
    Sicurezza, Armi, Barack Obama, USA
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik