09:52 21 Gennaio 2018
Roma+ 11°C
Mosca-5°C
    Made in Italy giornali

    Le prime pagine italiane del 8 gennaio

    © Fotolia/ lorenzot81
    Mondo
    URL abbreviato
    0 0 0

    La questione migranti, dopo i fatti di Colonia, torna centrale sulla stampa italiana, dove oggi trova ampio spazio l'attentato ad un commissariato parigino ad un anno dall'assalto alla redazione di Charlie Hebdo.

    "Francia e Libia, l'ISIS fa paura" è il titolo de La Stampa, che ospita oggi un'intervista al ministro degli Esteri italiano Paolo Gentiloni: "Troppe liti nell'UE". Poi a centro pagina "Yuan e materia prime, la Cina affonda i mercati".

    Sul Corsera è assalto al commissariato parigino di ieri a catalizzare l'attenzione in prima pagina: "Tenta di colpire agenti, ucciso. A Parigi torna la grande paura". Poi di spalla, la notte di San Silvestro di Colonia: "Donne molestate, un caso europeo. Merkel: espulsioni".

    Su la Repubblica è la politica italiana a fare il titolo principale: "Clandestinità, via il reato ma è scontro", con riferimento alla decisione del governo di depenalizzare il reato di clandestinità, che prevederà da oggi il solo provvedimento di allontanamento e non più il pagamento di una multa.

    Per il foglio economico Il Sole 24 Ore è il day after del crollo cinese la notizia di primo piano: "Lo shock cinese pesa sulle Borse" mentre, sempre a proposito del rally negativo dei mercati asiatici, titola Libero: "Banche, Borse, terrorismo, come salvare i risparmi".

    La notte di Capodanno di Colonia in prima su Il Messaggero: "Donne molestate, c'era un piano"; gli fa eco Il Giornale, che titola: "Islam, la Merkel ora ha paura". 

    Correlati:

    Mossa della Cina, taglio dello yuan
    Gentiloni: Daesh proverà a colpire ma sul campo sta perdendo
    Tags:
    yuan, Borsa, Angela Merkel, Paolo Gentiloni, il ministro degli Esteri, Parigi, Italia, Libia
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik